Norme & Tributi

Bonus Sud, domande incagliate verso lo sblocco

Forum lavoro

Bonus Sud, domande incagliate verso lo sblocco

Le domande incagliate del bonus Sud saranno sbloccate nei prossimi giorni, mentre per quelle ancora da presentare, meglio utilizzare il portale dell'Anpal, in modo da by-passare il problema della comunicazione tra le banche dati dell'agenzia e quelle dei nodi regionali e dei centri per l'impiego. Questa l'indicazione fornita da Salvatore Pirrone, direttore generale dell'Anpal, intervenuto questa mattina alla quindicesima edizione del Forum lavoro organizzato dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro.

Il bonus Sud, che prevede uno sgravio in favore di chi assume a tempo indeterminato un lavoratore, nei mesi scorsi ha avuto qualche difficoltà dovuta al riscontro di uno dei requisiti necessari. Nel caso, infatti, di un lavoratore

FOCUS24 / Bonus Sud: istruzioni per l'uso

senza impiego, quest'ultimo deve “certificare” lo stato di disoccupazione tramite la Did, la disponibilità immediata all'impiego, che può essere comunicata ai centri per l'impiego. Tuttavia, le banche dati delle strutture territoriali non sono ancora integrate con quelle dell'Anpal e quindi l'Inps, che è il soggetto erogatore del bonus, non è poi in grado di verificare l'esistenza del requisito.

Attualmente, come ha ricordato Pirrone, ci sono circa 12mila domande sospese. Circa 4mila dovrebbero essere sbloccate subito, in quanto non è necessario il requisito della disoccupazione. Per altre 7mila, dopo una verifica con le banche dati regionali, il via libera dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Inoltre, a seguito di un incontro con l'Inps avvenuto settimana scorsa, la

procedura verrà sbloccata anche per le nuove domande, dato che è disponibile ancora circa la metà dei fondi a copertura dell'incentivo. Per le nuove richieste, la raccomandazione è di fare domanda direttamente tramite il portale dell'Anpal, evitando così il problema del mancato dialogo tra le banche dati per quanto concerne il requisito della disoccupazione.

Quanto agli arretrati, la circolare 41/2017 dell'Inps prevede che siano recuperabili entro la denuncia dei contributi di aprile. Tuttavia, ha annunciato Pirrone, per le domande in stand by è previsto uno slittamento dei termini. Le modalità operative saranno comunicate dall'Inps con un messaggio.

© Riproduzione riservata