Norme & Tributi

Tutte le risposte ai quesiti del Forum lavoro

fisco, ammortizzatori, welfare

Tutte le risposte ai quesiti del Forum lavoro

Esclusione del “bonus Renzi” e dei rimborsi effettuati in conseguenza del 730 dall’obbligo di presentazione dell’F24 telematico; prossima soluzione per le domande del Bonus sud ferme a causa del mancato dialogo tra la banca dati Anpal e quella delle strutture territoriali; semplificazione in arrivo per le domande di cassa integrazione ordinaria. Sono alcune delle utili indicazioni fornite dalle amministrazioni competenti in occasione della quindicesima edizione del Forum lavoro, organizzato dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro e che si è svolto in settimana.

In tale occasione gli esperti della Fondazione hanno presentato delle domande ai rappresentanti di Inps, agenzia delle Entrate, Ispettorato nazionale del lavoro, Anpal. Queste domande, con le relative risposte, sono ora disponibili in un unico documento, un approfondimento elaborato dalla Fondazione stessa.

Di particolare importanza è la precisazione, arrivata dall’agenzia delle Entrate, sui crediti, presenti in F24, che non comportano l’obbligo di utilizzare il canale Entratel o Fisconline e per i quali, quindi, si può ancora ricorrere all’home banking. Nonostante l’indicazione sia arrivata dopo la prima scadenza da rispettare, quella del 16 maggio, l’Agenzia ha confermato l’interpretazione della norma fatta da alcuni commentatori e dalla stessa Fondazione studi dei consulenti. Per il prossimo futuro è stato annunciato un provvedimento delle Entrate che dovrebbe dettagliare i crediti soggetti alla nuova procedura prevista dal decreto legge 50/2017.

Buone notizie sul fronte del Bonus sud, l’agevolazione in favore dei datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato in otto regioni del centro-sud Italia. A causa della mancata interconnessione delle banche dati Anpal e dei centri per l’impiego, in molti casi non è stato possibile verificare la presenza di un requisito che dà diritto al bonus, cioè lo stato di disoccupazione del lavoratore, che si “certifica” tramite la dichiarazione di immediata disponibilità (Did) da parte di quest’ultimo ai Cpi o direttamente all’Anpal. Quest’ultima ha fatto sapere che nei prossimi giorni le circa 12mila domande incagliate dovrebbero essere sbloccate.

Per quanto riguarda la cassa integrazione ordinaria, l’Inps ha comunicato che non sarà più necessario indicare il numero di giornate di ferie maturate dai lavoratori, che il fila .csv da allegare alla richiesta sarà ulteriormente semplificato, ma che lo stesso entro la fine dell’anno non sarà più necessario in quanto l’istituto prenderà le informazioni necessarie direttamente dal flusso uniemens.

L’Ispettorato nazionale del lavoro, invece, ha fornito valutazioni sulla normativa anticaporalato, sulla depenalizzazione della somministrazione illecita e sulla non correlazione tra regolarità contributiva e welfare aziendale.

© Riproduzione riservata