Norme & Tributi

Tenuità del fatto per ingresso allo stadio senza biglietto

cassazione

Tenuità del fatto per ingresso allo stadio senza biglietto

(Fotogramma)
(Fotogramma)

Non può essere assolto nel merito, ma usufruisce della non punibilità per particolare tenuità del fatto, il tifoso che allo stadio entra nel settore distinti approfittando del fatto che le porte erano aperte.

Questo quanto deciso con sentenza n. 39054/2017 dalla Corte di cassazione. Il caso riguarda un tifoso che allo stadio era passato appunto dalla curva al settore distinti alla fine del primo tempo di una partita ed era stato condannato alla pena di dieci giorni di arresto e 2mila euro di ammenda.

Il suo ricorso in cassazione è stato respinto. Era fondato su tre motivi. Il primo atteneva all’omessa notificazione del decreto di citazione per il giudizio in appello. A prescindere la cassazione ha ricordato che l’irregolarità va eccepita entro la pronuncia della sentenza d’appello e non dopo come nel caso di specie.

Con il secondo motivo si lamentava un’estensione analogica malam partem da parte dei giudici in merito alla sanzione della condotta di chi superi indebitamente una recinzione o separazione di un impianto sportivo. Il punto è che il passaggio tra i due settori era stato aperto. Per la cassazione superare indebitamente una recinzione significa anche solamente passare da un settore all’altro senza biglietto inteso quindi nel senso di oltrepassare. Anche qui quindi motivazione respinta.

Terzo e quarto punto riguardavano le riprese video ma il tutto era stato eseguito a regola d’arte.

Per cui ricorso rigettato.

© Riproduzione riservata