Norme & Tributi

4/6 Buoni pasto / L'ambito soggettivo e l'utilizzabilità

    svolta per i ticket

    Buoni pasto, cade il limite dell’utilizzo singolo. Ecco che cosa cambia per spesa e ristorante

    Da domani, sabato 9 settembre, scattano le novità sui buoni pasto. Entra infatti in vigore il decreto 122/2017 che ha portato alcune modifiche sostanziali alla disciplina dei servizi sostitutivi alla mensa. Sono state ampliate le possibilità di utilizzo dei ticket sia sul piano degli esercizi che potranno accettarli, sia sull'uso in contemporanea di più tagliandi, consentito fino ad un numero massimo di otto. Qui di seguito le principali novità in arrivo

    4/6 Buoni pasto / L'ambito soggettivo e l'utilizzabilità

    I ticket “sono utilizzati esclusivamente dai prestatori di lavoro subordinato, a tempo pieno o parziale, anche qualora l'orario di lavoro non prevede una pausa per il pasto, nonché dai soggetti che hanno instaurato con il cliente un rapporto di collaborazione anche non subordinato”. Viene confermato che i buoni pasto si possono erogare ai lavoratori part time, nonchè ai collaboratori; è invece soppresso il riferimento alle modalità di utilizzo che in precedenza doveva avvenire durante la giornata lavorativa anche se domenicale o festiva. Questa esclusione, quindi, ne rende possibile l'utilizzo in qualsiasi giorno dell'anno, anche a distanza di mesi dal ricevimento (e persino nell'anno successivo se gli stessi non scadono prima).

    © Riproduzione riservata