Norme & Tributi

3/6 Buoni pasto / La cumulabilità

    svolta per i ticket

    Buoni pasto, cade il limite dell’utilizzo singolo. Ecco che cosa cambia per spesa e ristorante

    Da domani, sabato 9 settembre, scattano le novità sui buoni pasto. Entra infatti in vigore il decreto 122/2017 che ha portato alcune modifiche sostanziali alla disciplina dei servizi sostitutivi alla mensa. Sono state ampliate le possibilità di utilizzo dei ticket sia sul piano degli esercizi che potranno accettarli, sia sull'uso in contemporanea di più tagliandi, consentito fino ad un numero massimo di otto. Qui di seguito le principali novità in arrivo

    3/6 Buoni pasto / La cumulabilità

    L'uso di più buoni in contemporanea, sebbene prassi diffusa tra gli utilizzatori, viene ora considerata lecita, a patto che i ticket non siano “cedibili, né cumulabili oltre il limite di otto buoni, né commercializzabili o convertibili in denaro e sono utilizzabili solo dal titolare”. Il buono quindi rimane non cedibile e può essere utilizzato solo se datato e sottoscritto dal titolare, ossia esclusivamente dal dipendente beneficiario. Letteralmente il limite di otto è per ogni utilizzo, quindi per ogni transazione, ma occorrono chiarimenti ufficiali sul punto. In ogni caso i ticket non danno diritto al resto in denaro, ma resta possibile l'integrazione monetaria, qualora il valore dei buoni impiegati sia inferiore al costo dei prodotti alimentari acquistati.

    © Riproduzione riservata