Norme & Tributi

Albergatore scorretto, al tour operator vanno pagati i danni

cassazione

Albergatore scorretto, al tour operator vanno pagati i danni

L'albergatore che non rispetta gli impegni presi con l'agenzia di viaggi sulla sistemazione dei clienti (camera e così via) paga i danni al tour operator per la lesione della sua immagine.

In particolare si contestava la mancata sistemazione di un gruppo di gitanti così come concordato originariamente, comunicando la variazione degli alloggi solamente alla data di arrivo degli ospiti presso la struttura alberghiera e si richiedeva la rimodulazione del quantum da corrispondere in ragione del differente adempimento, allegando a riprova di quanto eccepito lo scambio di comunicazioni avvenuto a mezzo fax tra le parti contraenti.

Anche in questo caso, comunque - si veda la sentenza commentata ieri - il ricorso dell’albergatore viene respinto perché, come accade ahimè con molta frequenza, i giudici della Cassazione - con l’ordinanza 21147 depositata il 12 settembre 2017 - ricordano che non esiste un terzo grado di merito come troppi ricorrenti si illudono che ci sia (ci si meraviglia che gli avvocati si prestino alla bocciatura certa, con aggravio dei costi).

© Riproduzione riservata