Norme & Tributi

Trecento posti per notaio

concorsi pubblici

Trecento posti per notaio

Quasi 500 posti da assegnare con due concorsi pubblici gestiti dal ministero della Giustizia. Per gli aspiranti notaio ci sono 300 disponibilità e la domanda va presentata entro il 9 novembre prossimo. Qualche giorno dopo - il 13 novembre - scade invece il termine per presentare la domanda per la selezione di 197 posti di allievo agente di polizia penitenziaria.

La carriera notarile

Il concorso per notaio - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, 4a serie speciale Concorsi ed esami, n. 77 del 10 ottobre - è aperto a chi ha meno di 50 anni, ha una laurea in giurisprudenza (o un titolo riconosciuto equipollente) e ha svolto la pratica notarile.

I candidati devono compilare entro il 9 novembre la domanda telematica disponibile sul sito del ministero della Giustizia (www.giustizia.it). Quel modulo va poi stampato, vi va allegata la marca da bollo da 16 euro e gli altri pagamenti richiesti e va consegnato alla procura della Repubblica del luogo di residenza del candidato.

La domanda va firmata con sottoscrizione autenticata, a cui può provvedere anche il funzionario della procura che riceve l’atto. Nel caso, invece, la domanda venga spedita con raccomandata con ricevuta di ritorno, la firma può essere autenticata da un notaio o dal segretario comunale (se il candidato è un dipendente pubblico, è sufficiente il visto del capoufficio).

Le selezioni consistono in tre prove tecnico-pratiche (un atto di ultime volontà e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale) e tre orali (diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione; disposizioni sull’ordinamento del notariato; disposizioni relative ai tributi sugli affari). In ciascuna prova si deve ottenere una votazione di almeno 35 punti. L’idoneità si ottiene se il punteggio finale, dopo le prove scritte e orali, è di almeno 210 punti su 300.

Gli agenti penitenziari

I posti a disposizione sono 197: di questi, 147 sono riservati agli uomini e 50 alla donne. All’interno di tale quota, due posti (uno per gli uomini e l’altro per le donne) sono riservati a chi è in possesso dell’attestato di bilinguismo (italiano e tedesco) per essere assegnati agli istituti di Bolzano. Nel caso quei due posti non vengano coperti, rientreranno nella ripartizione complessiva.

Il concorso per allievo agente di polizia penitenziaria è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, 4a serie speciale Concorsi ed esami, n. 78 del 13 ottobre. Tra i requisiti di accesso alle selezioni c’è quello dell’età, che deve essere compresa tra 18 e 28 anni, e il possesso di un diploma che consenta l’iscrizione all’università.

La domanda di partecipazione va compilata e inviata entro il 13 novembre, esclusivamente online attraverso il modulo disponibile sul sito del ministero della Giustizia.

L’esame consiste in una prova scritta con una serie di domande a risposta sintetica o a scelta multipla. I quesiti riguardano argomenti di cultura generale e materie oggetto dei programmi della scuola dell’obbligo.

Superano la prova scritta i candidati che riportano una votazione di almeno sei decimi. I primi 370 tra gli uomini e le prime 125 donne accedono agli accertamenti psico-fisici. Nel caso, una volta terminati gli accertamenti psico-fisici, il numero degli idonei risulti inferiore rispetto ai posti a concorso, l’amministrazione può convocare un altro scaglione di candidati risultati idonei alla prova scritta.

© Riproduzione riservata