Norme & Tributi

2/6 Pensione anticipata contributiva

    DOPO IL DATO ISTAT

    Cresce l’aspettativa di vita, ecco gli effetti su tutte le pensioni

    L'Istat ha certificato che l'aspettativa di vita, rispetto al 2013, si è allungata di cinque mesi. E così, sulla base delle regole attuali, l'età per la pensione di vecchiaia dovrebbe arrivare a 67 anni nel 2019. Un decreto Lavoro-Economia «certificherà» l'aumento. Ma non sarà questa l'unica conseguenza della rilevazione Istat. L'allungamento dell'aspettativa di vita si ripercuote infatti anche su altre tipologie di prestazioni previdenziali. L'impatto si farà per esempio sentire sui requisiti per la pensione in anticipo rispetto all'età di vecchiaia (l'ex pensione di anzianità contributiva) e su altri trattamenti Inps. Ecco i requisiti che serviranno per ottenerli

    2/6 Pensione anticipata contributiva

    Chi è soggetto al sistema di calcolo contributivo in quanto ha iniziato a versare i contributi dal 1996 può andare in pensione tre anni prima dell'età standard, ma a patto che il suo assegno sia di importo pari almeno a 2,8 l'assegno sociale. Quindi dal 2019 andrà in pensione a 64 anni.

    © Riproduzione riservata