Norme & Tributi

Epic fail in “Rosy Abate”: i produttori rischiano da 6 a 24 mesi

numero di telefono privato usato nella fiction

Epic fail in “Rosy Abate”: i produttori rischiano da 6 a 24 mesi

Succede, anche gli sceneggiatori sbagliano e nel farlo possono commettere dei reati. E' capitato a quelli della fiction “Rosy Abate”. Durante una scena televisiva, un mafioso lascia un bigliettino alla protagonista con un messaggio minatorio: “Non avrai un'altra occasione”. In calce al biglietto un numero di cellulare che nessuno ha avuto il buon cuore di oscurare né di verificare. Peccato che l'utenza fosse realmente esistente e appartenente a una coppia di Domodossola che, dopo aver ricevuto numerose telefonate di insulti e minacce, è passata all'attacco annunciando azioni legali.

Cosa rischiano i responsabili
Il reato è quello di trattamento illecito dei dati personali, previsto dall'art. 167 D.lgs 196/2003. Il numero di cellulare, infatti, per giurisprudenza ormai costante, è un dato personale in quanto consente l'identificazione del suo titolare. Visto che il numero è stato anche diffuso, la pena è aumentata rispetto alla fattispecie base e va da sei a ventiquattro mesi.

Chi ne risponde
Un errore grossolano del quale potrebbero essere chiamati a rispondere gli sceneggiatori, il regista, il produttore e il direttore. Insomma tutti i soggetti che hanno concorso alla diffusione del numero di telefono privato. Il reato è lo stesso per tutti, la pena potrà essere graduata in base alle effettive responsabilità.

Come difendersi
In questo caso, l'unica “via di fuga” legale potrebbe essere individuata nel dolo specifico richiesto dalla norma, ovvero la finalità di trarre profitto o di recare un danno alla vittima. Appare evidente, infatti, che si sia trattato di un errore. Né gli sceneggiatori né i produttori conoscevano le vittime e questo potrebbe giocare a loro favore. Non si tratterebbe infatti di una vendetta, salvo colpi di scena degni di una fiction nella fiction, ma di una responsabilità colposa e non dolosa. Questo però non escluderebbe una eventuale responsabilità civile, ovvero il risarcimento dei danni subiti dalla coppia di Domodossola. Tanto varrebbe allora contattare subito le vittime e tentare un accordo bonario, il numero di cellulare è in loro possesso.

Il problema dei numeri di cellulare e delle targhe delle auto
Chi produce film e fiction deve stare molto attento a oscurare i numeri di cellulare, le targhe dei vicoli, gli indirizzi delle abitazioni, soprattutto se si trattano soggetti o argomenti delicati, come la mafia in questo caso. Se dalla divulgazione deriva un danno alla vittima, che non deve essere necessariamente economico né voluto dall'autore, il reato appare difficilmente evitabile. Si tratta infatti di dati personali e in Italia vige il divieto di divulgazione, salvo precise deroghe.

Per questo motivo non esiste un elenco pubblico di numeri di cellulare né di mail personali (se non quello delle pec per i professionisti iscritti ad albi). I numeri di cellulare andrebbero quindi sempre oscurati, almeno in parte, oppure occorrerebbe aggiungere una cifra o più per evitare colpi di scena inaspettati come quelli di Rosy Abate.

Il 555 di Hollywood
Non a caso negli Usa i produttori di Hollywood, nelle scene in cui appare o viene citato un numero di telefono, utilizzano da sempre un prefisso convenzionale, il 555, seguito da una numerazione riservata, dal 0100 a 0199, in questo modo riservato alle fiction. Perchè proprio il 555? Negli Usa il vecchio sistema telefonico abbinava nome dello Stato e numero di telefono, ma nessun di luogo in inglese conteneva una combinazione delle lettere J, K e L, tutte assegnate alla cifra “5” del telefono.

© Riproduzione riservata