Norme & Tributi

Negli uffici giudiziari 1.600 nuovi assunti

pubblica amministrazione

Negli uffici giudiziari 1.600 nuovi assunti

Grazie a nuove assunzioni, nelle prossime settimane il personale amministrativo in forza negli uffici giudiziari italiani è destinato a crescere di 1.600 unità. Lo ha annunciato oggi il ministero della Giustizia. Ai 200 funzionari giudiziari inquadrati con scorrimento della graduatoria (distribuiti con un decreto firmato ieri negli uffici giudiziari delle Corti d’appello e in Cassazione), si aggiungono ora i 1.400 assistenti giudiziari (800 vincitori e 600 idonei) del concorso bandito il 22 novembre 2016 e chiuso con graduatoria approvata il 14 novembre scorso. Tra il 18 e il 21 dicembre, poi, saranno chiamati a scegliere la sede gli 800 vincitori del concorso, a cui seguirà un primo scorrimento della graduatoria per 600 unità.
Secondo la nota ministeriale si tratta di «una terapia d’urto per dare forza alle riforme di questi anni. Non solo nuove leggi, riforme in settori importanti, ma la preoccupazione di dare gambe su cui camminare a questo percorso di cambiamento».
Le assunzioni annunciate oggi si aggiungono alle 1.843 immissioni già realizzate dal 2014 e fanno parte di un piano straordinario di reclutamento che prevede, entro il 2018, l'assunzione di 5.400 unità di personale.
Grazie al nuovo personale verrà ridotta dal 21% al 7,60% la scopertura nel profilo di assistente giudiziario. Per quanto concerne la ripartizione sul territorio il 46% dei primi 1.400 assunti del concorso per assistenti giudiziari andranno negli uffici del Nord, dove sono presenti le maggiori scoperture di personale, il 24,79% al Centro, il 28,79% al Sud.

© Riproduzione riservata