Norme & Tributi

Cambia la lotta all’evasione: come e dove colpisce il Fisco

IL LUNEDÌ DEL SOLE 24 ORE

Cambia la lotta all’evasione: come e dove colpisce il Fisco

Quali sono le tipologie di controllo più frequenti che il Fisco mette in atto nei confronti dei contribuenti? Quali imposte e situazioni concrete di sospetta evasione riguardano? A queste domande risponde lo speciale sulla lotta all'evasione fiscale che “Il Sole 24 Ore” propone lunedì in edicola e in edizione digitale. L'approfondimento spiega anche come l'amministrazione fiscale sta ricalibrando il ruolo dei vari strumenti di accertamento nella sua strategia di contrasto all'evasione: che cosa sale e che cosa scende tra lettere “di compliance” che propongono un alert preventivo, redditometro, studi di settore e archivio dei rapporti finanziari.

Verifiche della Finanza: ecco le regole di ingaggio
Borse, casseforti, mobili, cassetti, ripostigli, buste sigillate ed email: è possibile una loro apertura coattiva durante un accesso fiscale? La verifica può essere condotta in uno studio che comunica con l'abitazione? E a quali condizioni si configura questo uso promiscuo? Il Sole 24 Ore propone un manuale a prova di verifica alla luce delle risposte che la Guardia di Finanza ha fornito a queste domande in occasione di Telefisco 2018.

L'Esperto risponde “speciale” con i 100 quesiti di Telefisco
Numero speciale de L'esperto risponde, il servizio di consulenza settimanale ai lettori, dedicato a Telefisco 2018. Cento risposte sui temi al centro del convegno annuale del Sole 24 Ore. In primo piano, i contribuenti minori e, in particolare, il passaggio dal regime di cassa al forfettario.

Lavori in casa, lo sconto fiscale premia le eco-caldaie
La detrazione fiscale per chi sostituisce un impianto di climatizzazione invernale con una caldaia a compensazione è rimasta al 65% solo se viene accompagnata dalla contestuale installazione di un termostato “evoluto”. In una mini-guida tutte le indicazioni sullo sconto fiscale 2018, oltre che per le caldaie, anche per micro-generatori, pompe di calore, generatori a biomasse, impianti scaldacqua e pannelli solari.

La doppia via alle professioni dopo il diploma
I corsi triennali professionalizzanti stanno per vedere la luce in 14 atenei, nati dalle primi convenzioni siglate con gli Ordini dei professionisti tecnici, periti industriali, agronomi, geometri e periti agrari. Percorsi che puntano a creare figure tecniche richieste dal mercato del lavoro e spesso introvabili. Un tassello che si affianca, seppure in via sperimentale e con numeri limitati, a quello dei diplomi superiori rilasciati dagli Its, le 93 super scuole di tecnologia che contano 9mila studenti e operano in partnership con oltre 700 imprese.

Lauree “double degree”, è tempo di iscrizioni
Le lauree che forniscono un doppio titolo, in convenzione con un ateneo straniero partner, ormai fanno parte integrante dell'offerta didattica di casa nostra: i corsi sono circa seicento e raccolgono quasi 30mila iscritti I bandi per iscriversi a questi corsi generalmente si aprono in primavera, ma ormai la tendenza è quella di anticipare sempre di più.

La “febbre” del franchising: in palio 10mila posti
Dalla crew dei fast food ai responsabili di cucina e di ristorante, dagli agenti immobiliari ai commessi e visual merchandiser. Sono queste alcune delle figure più richieste da quell'eterogeneo universo composto dalle catene di franchising che nel corso dell'anno prevedono di aprire un migliaio di nuovi punti vendita. Già in queste settimane sono in palio oltre 5mila posti, cifra che è destinata a raddoppiare nel corso dell'anno.

Bonus per l'assunzione di under 35: attenti ai controlli
La domanda di accesso allo sgravio contributivo per assumere lavoratori under 35, previsto dalla legge di Bilancio 2018, richiede un ventaglio di verifiche preliminari sui requisti sia dell'azienda che del lavoratore. Solo così, infatti, l'azienda richiedente potrà evitare il recupero dell'agevolazione da parte dell'Inps, come già è accaduto in passato per benefici analoghi. Sul Sole 24 Ore la check-list delle verifiche da effettuare e la soluzione di una serie di casi-tipo, come l'assunzione di apprendisti, la conversione di rapporti a tempo determinato o la procedura di licenziamento in corso.

Riciclaggio, per l'impresa la responsabilità è doppia
Doppia responsabilità per le imprese per le violazioni antiriciclaggio. Infatti, per la medesima infrazione organizzativa, le persone giuridiche rischiano di essere sanzionate su due fronti: da una parte, a titolo di «responsabilità da organizzazionne” e, dall'altra, a titolo di responsabilità solidale con chi ha commesso l'illecito.

© Riproduzione riservata