Norme & Tributi

Dossier L’Esperto risponde: sosta vietata, impossibile chiedere…

    Dossier | N. 136 articoliDossier circolazione stradale

    L’Esperto risponde: sosta vietata, impossibile chiedere l’intervento immediato dei vigili

    Il quesito. Negli spazi che delimitano il posto per tre veicoli, ultimamente parcheggia un furgone la cui lunghezza supera abbondantemente il perimetro delle strisce blu e sconfina sullo spazio giallo riservato ai disabili. A nulla sono valsi gli inviti gentili a trovarsi una parcheggio alternativo. Ho quindi contattato il comando dei vigili, ma hanno risposto di non aver trovato alcun mezzo parcheggiato. È possibile contattare le forze dell'ordine pretendendo un sopralluogo immediato che accerti la violazione mentre è in corso? Scattare delle foto o girare un video che riprende i fatti e inviare il materiale tramite mail o Pec alla polizia locale può considerarsi uno strumento valido per accertamento della violazione? Infine, vorrei sapere se il “parcheggio selvaggio” è sanzionabile solo se viene dimostrato che ciò arreca danno ai terzi. G.P - COMO

    La risposta. I servizi di polizia stradale, tra cui rientra anche l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, spettano agli organi indicati dall'articolo 12 del Codice della strada che elenca, oltre ai corpi e ai servizi di polizia municipale, nell'ambito del territorio di competenza, anche altre forze di polizia che, nel caso di specie, potrebbero essere interessate dal lettore. «Un sopralluogo immediato» non è sempre possibile né si ritiene possa essere preteso in quanto potrebbero sussistere prioritari e contigenti motivi di servizio che non consentono al comando o ufficio di polizia stradale di inviare una pattuglia sul luogo per accertare eventuali violazioni del codice della strada. L'invio di foto o di video potrebbero costituire elementi di prova in relazione alla segnalazione, da parte di privati cittadini, della violazione che, comunque, deve essere sempre accertata dagli organi di polizia stradale.

    In particolare, la sosta e la fermata del veicolo devono essere effettuate come disciplinato dagli articoli 157 e 158 del Codice della strada. La sosta negli spazi al servizio delle persone invalide è riservata esclusivamente ai titolari della prevista autorizzazione. Inoltre, come precisato dall'articolo 351 del regolamento di esecuzione del Codice della strada, nelle zone di sosta nelle quali siano delimitati, mediante segnaletica orizzontale, gli spazi destinati a ciascun veicolo, i conducenti sono tenuti a sistemare il proprio veicolo entro lo spazio ad esso destinato, senza invadere gli spazi contigui. La sosta è, dunque, vietata nei casi espressamente indicati dalla vigente normativa in materia di circolazione stradale, a prescindere se venga dimostrato che ciò arrechi danno a terzi.

    Il quesito è tratto dall’Esperto risponde, in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 9 aprile. L’inserto affronta il tema della notifica via Pec delle multe ai professionisti, mentre l’ebook in regalo fa il punto sull’omicidio stradale, a due anni dall’introduzione del reato.

    Clicca qui per consultare i quesiti e i pareri degli autori nell’archivio dell’Esperto risponde. Non trovi la risposta al tuo caso? Clicca qui per inviare una nuova domanda agli esperti.

    Se stai leggendo questo articolo da un dispositivo mobile, collegati al sito www.ilsole24ore.com/espertorisponde

    © Riproduzione riservata