Norme & Tributi

Fondi Ue, il progetto in sette punti

  • Abbonati
  • Accedi
il quesito del lunedi

Fondi Ue, il progetto in sette punti

La fase di ideazione

La fase di ideazione è quella in cui si individuano gli obiettivi del progetto, partendo da un fabbisogno specifico di mercato, e si definiscono le strategie e le azioni da porre in atto per realizzarli, in un contesto temporale predefinito e con risorse limitate ma adeguate. Si tratta di un processo dinamico, che richiede la definizione degli «stakeholder», cioè dei soggetti che possono essere interessati al progetto, all'interno di un contesto economico, sociale e istituzionale che deve essere analizzato e considerato. In questa fase, è molto utile l'utilizzo del «Quadro logico»: uno strumento che mette in relazione obiettivi, risultati e attività da svolgere

lo Studio di fattibilità e il business plan
Quella dello studio di fattibilità è la fase nella quale si va a verificare che il progetto sia:coerente (con gli obiettivi e il contesto di settore), fattibile (in base alle effettive capacità e alle risorse dei soggetti coinvolti); sostenibile nel medio-lungo termine (i benefici devono cioè essere superiori ai costi e agli investimenti da sostenere). Si analizza dunque il progetto sotto vari aspetti: economico, finanziario, tecnologico, organizzativo, produttivo, commerciale, sociale, legale, ambientale, eccetera. Occorre infine includere un budget, che dimostri la sostenibilità economica e finanziaria del progetto

La selezione di programmi e bandi
In base alla tipologia di progetto che si desidera realizzare, si possono valutare sia bandi europei che quelli nazionali e regionali. Gli obiettivi specifici del progetto devono essere coerenti con quelli del programma di finanziamento o del bando e, più in generale, con gli obiettivi strategici dell'ente gestore (Commissione europea, ministero, Regione o loro agenzie). Per la selezione del bando, che può avvenire con il supporto di un europrogettista, è opportuno leggere attentamente la documentazione disponibile, per identificare: requisiti di partecipazione, scadenze, obiettivi, spese ammissibili, tipologia di finanziamento e di benefici concessi

La creazione del partenariato
Il partenariato può essere richiesto dal bando: non dev'essere visto come un ostacolo da superare, ma come uno strumento per aumentare le possibilità di successo del progetto. I partner sono selezionati e coordinati dal capofila di progetto, ricevono una parte del budget, e sono responsabili per una serie di azioni progettuali e per la gestione finanziaria delle risorse assegnate.Importante è la coerenza dei partner rispetto agli obiettivi di progetto e alle attività da svolgere, e il loro coinvolgimento bilanciato, soprattutto all'interno di progetti internazionali. I partner devono essere affidabili, competenti e solidi dal punto di vista tecnico, economico e finanziario

La formulazione della proposta
La proposta progettuale dev'essere formulata e presentata secondo le modalità, i contenuti e la forma previsti dal bando. È quindi necessario leggere attentamente tutta la documentazione disponibile. In molti casi è necessario accreditarsi registrandosi sul portale dell'ente gestore. Le modalità di esposizione del progetto sono importanti come il suo contenuto. Occorre fare capire in modo chiaro ciò che si vuole realizzare, dimostrare di essere in grado di realizzarlo e
presentare il progetto in tutte le sue componenti strategiche, tecnologiche, produttive, organizzative, di mercato, finanziarie, economiche, legali, ambientali, sociali, eccetera

La gestione operativa
La gestione operativa è la fase di realizzazione e di monitoraggio del progetto. Una fase che si sviluppa in seguito all'esito positivo della domanda di finanziamento, e che deve rispettare i limiti di tempo e di risorse indicati nel progetto stesso che è stato presentato. L'azienda o l'ente non dovrebbero però condizionare la realizzazione di un progetto esclusivamente all'ottenimento di fondi europei, che dovrebbero essere sempre considerati una delle possibili fonti di finanziamento a disposizione, non l'unica. La fase operativa viene seguita dalla valutazione dei risultati ottenuti, per definire eventuali azioni correttive future

La gestione amministrativa
La gestione amministrativa è una parte fondamentale del progetto finanziato con fondi europei, che include l'attività di rendicontazione. Se le spese non sono rendicontate correttamente, i fondi - anche se attribuiti al beneficiario - non potranno essere erogati a suo favore. Per essere ammesse al rimborso, le spese devono essere: pertinenti e imputabili al progetto approvato; supportate da idonea documentazione giustificativa; sostenute e pagate nel periodo di programmazione (2014-2020); tracciabili mediante la completa tenuta della documentazione; contabilizzate. Per questa fase, come per tutte quelle precedenti, è utile il supporto di un europrogettista esperto

© Riproduzione riservata