House Ad
House Ad
 

Notizie Europa

Donne con i pantaloni fuorilegge a Parigi

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 settembre 2010 alle ore 19:48.

Chissà se le parigine sanno che possono portare i pantaloni solo grazie al fatto che la Prefettura della capitale francese chiude un occhio su questo capo d'abbigliamento tutt'ora vietato. Almeno per signore e signorine che non hanno provveduto a chiedere una specifica autorizzazione.

Ad accorgersene sono stati i consiglieri comunali verdi e comunisti, che lunedì scorso hanno presentato due diversi ordini del giorno, votati all'unanimità, in cui chiedono l'abrogazione dell'ordinanza emessa dalla Prefettura parigina il 26 brumaio dell'anno VIII (secondo il calendario della rivoluzione francese, corrispondente al 17 novembre 1799).
In quella data venne infatti stabilito che "ogni donna desiderosa di vestirsi come un uomo deve presentarsi alle autorità di polizia per ottenere il permesso, il quale verrà concesso solo a fronte di un certificato medico". Che una donna portasse i pantaloni era infatti ritenuta cosa disdicevole e sovversiva.
Nel 1892 e nel 1909 due piccoli aggiornamenti, affidati ad altrettante circolari prefettizie: non hanno più bisogno di autorizzazione le donne in bicicletta e quelle a cavallo.
Da allora nessun cambiamento ulteriore di un provvedimento che quindi è ancora in vigore.

I consiglieri comunali che hanno sollevato la delicata questione ricordano anzi che fino al 2005, forse in ottemperanza alle disposizioni delle autorità di polizia, Air France imponeva la gonna alle sue hostess. E che nel 1972 si verificò al riguardo un episodio piuttosto gustoso: l'attuale ministro della Giustizia Michèle Alliot-Marie, allora giovane deputata, si presentò all'ingresso del Parlamento in pantaloni e venne bloccata dai messi dell'Assemblée nationale. Lei pronta: "Poiché sono i miei pantaloni a creare difficoltà non ho alcun problema a toglierli". Bastò la mossa a farla entrare. Vestita.
Chissà, forse in questo clima di tensioni, polemiche, paure e tristezze i consiglieri verdi e comunisti hanno pensato di strappare un sorriso ai loro colleghi.
Dal canto suo, interpellata dal Figaro, la Prefettura parigina ha commentato che l'ordinanza è "archeologia giudiziaria" e che la sua abrogazione al momento non è una priorità.

Tags Correlati: Air France | Michèle Alliot-Marie | Politica

 

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da