House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

Napolitano a Pisa per i 200 anni della Normale. Gli studenti: «Intervieni contro il ddl Gelmini»

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 ottobre 2010 alle ore 12:28.

«Università e unità è il massimo»: con questa battuta il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha risposto ai giornalisti che, davanti alla Scuola Normale Superiore di Pisa, gli chiedevano un commento ad alcuni slogan di protesta proclamati da un gruppo di universitari, come "università pubblica" e "uniti contro la crisi". Il capo dello Stato si trova nella città toscana per la cerimonia dei 200 anni della fondazione della Scuola Normale Superiore di Pisa, nella quale si sono formati tre nobel italiani e due presidenti della Repubblica. Al Teatro Verdi, sede della manifestazione, Napolitano assisterà alla prolusione di Sabino Cassese e ad altri interventi per festeggiare la ricorrenza.

«Sono qui oggi ben consapevole che le tensioni sociali e politiche, proprie di una fase complessa e critica dell'economia e della vita pubblica che stanno attraversando l'Italia e l'Europa hanno investito il sistema universitario e le sue problematiche», ha detto il presidente della Repubblica. «È vero - ha continuato - che nessuno può fingere di ignorare le difficili condizioni del sistema e anch'io condivido le preoccupazioni di studenti e docenti e conto sul vostro sentimento di responsabilità, al di là di ogni momento di comprensibile - ha concluso - frustrazione».

Gli studenti che hanno scandito gli slogan, circa 200, hanno svolto un breve corteo da piazza dei Cavalieri, dove ha sede la Scuola Normale, a piazza San Paolo, nei pressi del Teatro Verdi, per manifestare il loro dissenso nei confronti della riforma Gelmini.
Una delegazione di studenti ha anche consegnato un volantino allo staff del Capo dello Stato intitolato «Vogliamo un Presidente indisponibile» nel quale si spiegano i motivi del no al ddl Gelmini e nel quale si afferma che ora è il momento di «prendere una posizione chiara e netta». Infine, il volantino degli studenti afferma: «Occorre schierarsi con decisione contro questa riforma a partire da ora, non farlo significa essere complici». Il volantino è firmato "Studenti Indisponibili".

Nella hall del Teatro Verdi Napolitano ha salutato anche il padre, il fratello e la fidanzata dell'alpino Francesco Vannozzi, il caporalmaggiore di San Giovanni Alla Vena, caduto in Afghanistan insieme ad altri tre militari italiani nell'attacco del 9 ottobre scorso.

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Francesco Vannozzi | Giorgio Napolitano | Presidenza della Repubblica | Scuola Normale Superiore | Toscana | Vogliamo un Presidente indisponibile

 

Con Napolitano c'era Giuliano Amato, presidente del comitato italiano per le celebrazioni del 150/o anniversario dell'unità d'Italia.

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da