House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

Sì all'accordo fra Puglia e governo sul piano di rientro sanitario 2010-2012

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 novembre 2010 alle ore 19:30.

È giunta nel tardo pomeriggio la firma all'accordo tra il governo e la Regione Puglia sul Piano di rientro sanitario 2010-2012. L'accordo, siglato alla presenza del ministro Raffaele Fitto e del presidente Nichi Vendola, prevede che sarà possibile assegnare alla regione Puglia la riattribuzione dei maggiori finanziamenti degli anni passati in sede di verifica del rispetto degli adempimenti regionali. Una nota informa che ciò é stato reso possibile grazie alla Legge finanziaria 2010 che ha concesso un'ulteriore proroga a quelle Regioni che avrebbero già dovuto sottoscrivere i Piani di rientro entro il 31 dicembre 2009. «Da oggi - ha commentato Vendola - parte una grande sfida per la Puglia. Coniugare meno risorse con l'innalzamento della qualità del sistema sanitario».

Soddisfazione è stata espressa dal ministro Fitto che ha sottolineato come «il governo, attraverso la verifica svolta in questi mesi con i tecnici dei ministeri dell'Economia, della Salute e dei Rapporti con le regioni, ha ottenuto da parte della regione l'impegno all'avvio di un processo di riqualificazione e di riorganizzazione del proprio servizio sanitario e al riordino della rete ospedaliera nell'interesse della Puglia e dei cittadini pugliesi».

L'impegno della Regione nella realizzazione del Piano è anche legato all'esecuzione della sentenza della Corte costituzionale che ha annullato la legge regionale n. 27/2009, con l'adozione nell'anno 2010, dei provvedimenti necessari nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica statale e regionale. Con la firma dell'Accordo, inoltre, la Regione si é anche impegnata a modificare alcune leggi regionali (la n.11 e n.12 del 2010), per adeguarsi ai rilievi di legittimità formulati dal Consiglio dei ministri il 18 novembre 2010. Infine, qualora gli esiti dei giudizi pendenti alla Corte costituzionale, in riferimento alle ulteriori leggi impugnate, compresa la legge regionale n. 4 del 2010, dovessero risolversi in senso sfavorevole alla Regione, quest'ultima dovrà dare concreta e puntuale esecuzione alle relative sentenze costituzionali, ponendo in essere tutti gli atti e i provvedimenti necessari nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica statale e regionale.

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Consiglio dei Ministri | Corte Costituzionale | Nichi Vendola | Puglia | Raffaele Fitto | Regioni

 

«Il nostro atteggiamento - ha detto Vendola - non è mai cambiato. Aspettiamo con serenità e fiducia la sentenza della Corte costituzionale in merito alle scelte compiute dalla Regione Puglia. Noi intanto abbiamo bloccato i processi di internalizzazione ma abbiamo messo al riparo chi è già stato contrattualizzato». E ha detto che oggi «bisogna cogliere l'occasione per trasformare il momento dei tagli in un'occasione per rigenerare l'organizzazione del sistema sanitario».

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Ucraina, urne di guerra

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da