House Ad
House Ad
 

Commenti e Inchieste

Italia più rosa in quindici proposte

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 gennaio 2011 alle ore 06:38.

Migliaia di intervistate, decine di forum con le associazioni e un lavoro capillare sulle questioni femminili ancora aperte, dalle pari opportunità alla libertà di avere figli con l'aiuto della scienza. A un anno dalla nascita dell'iniziativa Sorelle d'Italia, oggi pomeriggio all'Università Bocconi sarà presentato il libro bianco delle proposte a esponenti del governo e dell'opposizione. «Ce la faremo a diventare un paese normale, più women friendly?» si chiedeva il direttore della rivista Elle, Danda Santini, nell'editoriale che ha lanciato il progetto. Il tentativo va proprio in quella direzione: stimolare i partiti perché certe proposte siano fra le priorità dell'agenda politica.

«Con il progetto Sorelle d'Italia abbiamo organizzato gruppi di discussione a Milano, Roma, Bari e Bologna, incontrato associazioni, le donne di governo e le manager che si occupano di carriere femminili e abbiamo realizzato un sondaggio su 1.500 italiane con l'Istituto Piepoli» spiega la Santini, che aggiunge: «Il risultato? Quindici proposte, molto concrete, che vengono presentate al mondo politico perché siano da stimolo per il cambiamento del paese verso una dimensione che non escluda più o non sottovaluti l'apporto della metà della popolazione, quella femminile».*

Ad ascoltare le proposte ci sarà il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna, che osserva: «Affrontata la questione-sicurezza con l'introduzione del reato di stalking, le aggravanti per i reati di violenza sessuale e la redazione del primo Piano nazionale contro la violenza di genere, penso sia prioritario che, tra i temi che interessano più da vicino le donne, ci si concentri sullo stato dell'occupazione femminile, perché solo il 46% delle donne italiane ha un impiego. Incrementare questa percentuale non significa occuparsi soltanto di donne, ma della ricchezza dell'intero paese: 100mila occupate in più equivalgono a +0,28% del Pil». Il ministro ricorda il Piano conciliazione per investire 40 milioni di euro sui servizi per le famiglie e per l'infanzia: «Le risorse sono state trasferite alle regioni proprio nei giorni scorsi e si tradurranno in progetti nei primi mesi di quest'anno».

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Alessandra Perrazzelli | Alessia Mosca | Barbara Saltamartini | Bocconi | Camera dei deputati | Chiara Bisconti | Danda Santini | Emma Bonino | Italia | Mara Carfagna | PDL | Piepoli | Reati | Senato

 

L'ostacolo maggiore all'occupazione femminile sembra essere ancora la maternità. Proprio per questo alla Camera e al Senato sono state presentate diverse proposte a favore di una maggiore conciliazione fra tempi di vita e tempi di lavoro. «La donna che sceglie di diventare madre si assume quasi totalmente la cura dei figli - osserva Barbara Saltamartini, vicepresidente gruppo Pdl alla Camera -: per questo la strada migliore per cambiare la realtà è quella di introdurre il concetto di pari responsabilità di cura, crescita ed educazione dei figli da parte di entrambi i genitori».

La Saltamartini ha proposto con Alessia Mosca (Pd) l'introduzione del congedo di paternità obbligatoria alla nascita dei figli. E proprio la Mosca sarà presente con le rappresentanti del governo all'evento di oggi: «È molto utile che vengano sistematizzate le diverse proposte per avere un quadro complessivo delle azioni che possono essere intraprese - osserva la parlamentare Pd -. Molte delle proposte, peraltro, possono essere portate a termine con una volontà politica forte e il sostegno esterno, perché sono a costo zero e non ci sono quindi vincoli di bilancio».

All'evento in Bocconi parteciperanno anche il vicepreseidente del Senato, Emma Bonino, rappresentanti delle associazioni come Alessandra Perrazzelli, presidente di Valore D,
delle imprese come Chiara Bisconti, direttore del personale di San Pellegrino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da