House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

Al Senato la «verità» su Tulliani

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 gennaio 2011 alle ore 06:39.

ROMA
L'appartamento di Montecarlo, attraverso le società Timara e Printemps, è di Giancarlo Tulliani, cognato di Gianfranco Fini. Lo attestano le carte giunte al ministero degli Esteri dal governo di Santa Lucia e trasmesse alla procura di Roma. Oggi il ministro Franco Frattini lo annuncerà in Senato nella risposta a un'interrogazione parlamentare urgente di Luigi Compagna (Pdl).
Nel frattempo, la Farnesina ha trasmesso alla procura di Roma i documenti ricevuti. Ma i pubblici ministeri hanno già concluso che il reato non c'è. Le carte, dunque, saranno girate al giudice per le indagini preliminari che il 2 febbraio deciderà se archiviare il caso oppure procedere, come chiede La Destra di Francesco Storace che ha presentato la denuncia. La procura, in sostanza, ritiene che non ci siano elementi per contestare il reato di truffa ed è, a questo punto, difficile immaginare che le nuove carte possano modificare la posizione dei pubblici ministeri. Il problema giudiziario che potrebbe sorgere, a questo punto, non è più in sede penale, ma civile.
Nelle carte c'è la dettagliata ricostruzione delle società e dei passaggi effettuati sull'immobile situato in boulevard Princesse Charlotte. È stato proprio il governo di Santa Lucia a ordinare gli accertamenti in base ai quali, dicono ora i documenti, Giancarlo Tulliani acquistò nel 2008 l'appartamento da Alleanza nazionale. Marco di Andrea e Roberto Buonasorte, i due esponenti della Destra che hanno presentato la denuncia, chiederanno al gip (giudice per le indagini preliminari), Carlo Figliolia, un supplemento di indagine, proprio per esaminare i documenti appena giunti da Santa Lucia. Attacca, invece, Carmelo Briguglio (Fli): il ministro degli Esteri a suo avviso «è diventato un passacarte del governo di S. Lucia, carte cucinate da faccendieri della risma di Lavitola contro il presidente della Camera». Valter Lavitola, direttore de L'Avanti!, fu il primo a rilanciare la notizia, apparsa sui giornali caraibici, che attribuiva a Tulliani la titolarità delle società off shore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags Correlati: AN | Carmelo Briguglio | Charlotte Princesse | Farnesina | Francesco Storace | Giancarlo Tulliani | Gianfranco Fini | La Destra | Ministero degli affari Esteri | PDL | Reati | Roberto Buonasorte | Roma | Santa Lucia | Senato | Timara

 

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da