House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

La follia di Matthias, l'amore finito con Irina e le due gemelline uccise

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 febbraio 2011 alle ore 15:09.

Irina Lucidi ha 44 anni. Originaria di Ascoli Piceno, lavora in Svizzera alla Philip Morris, come avvocato. Matthias Kaspar Schepp ha un anno meno di lei. È nato in Canada ma è svizzero, la sua famiglia vive nel cantone di Basilea. Anche lui lavora alla Philip Morris. Irina e Matthias si sposano. Sei anni fa nascono due gemelle, Alessia e Livia, biondissime come il padre. La famiglia vive nel cantone di Vaud, a Saint-Sulpice, una manciata di chilometri a ovest di Losanna, sulle rive del Lemano. Anni dopo la coppia si separa. I rapporti sono civili, ma Matthias si intristisce, mentre Irina preme via mail per il divorzio.

Sabato 28 gennaio Matthias va a prendere le figlie. Nel corso del weekend manda una serie di sms alla moglie che da tranquillizzanti – "Stiamo tutti bene" – si venano poi di toni più cupi – "Le bambine hanno bisogno di me e io ho bisogno di più tempo". In ogni caso, fino al pomeriggio di domenica il telefono di Matthias si aggancia a celle collocate nel Canton Vaud. In serata, la sua Audi A6 varca il confine con la Francia. Da allora il suo cellulare rimarrà spento. A Marsiglia Matthias preleva circa 7.500 euro e compra tre biglietti per il traghetto. Lunedì sera a pochi passi dal Vieux Port di Marsiglia, celebrato da varie generazioni di scrittori di noir, il muso della station wagon nera targata Vaud, si affaccia sulla rampa d'accesso della nave che porta a Propriano sulla costa sudoccidentale dell'Île de Beauté, piccolo borgo che i corsi nella loro parlata scorciano in Prupià. Alla guida dell'auto che parte da Marsiglia c'è Matthias e a bordo, probabilmente, ci sono anche Alessia e Livia. La sera dopo la macchina è di nuovo in fila all'imbarco, questa volta a Bastia. Il traghetto su cui sale è diretto a Tolone, in Francia.

Alla guida c'è Matthias, se ci siano a bordo anche Alessia e Livia non è altrettanto sicuro. A Tolone, dove sbarca la mattina di mercoledì 2 febbraio, l'Audi prende per Ventimiglia, attraversa il confine con l'Italia, poi punta verso sud. All'ora di pranzo del giorno dopo, a Vietri sul Mare in provincia di Salerno, un uomo solo entra in pizzeria. Mangia e chiacchiera serenamente con il padrone del locale. Nota sulle pareti un ritratto, dice che assomiglia a sua moglie. Si informa anche svogliatamente sul prezzo che il ristoratore vorrebbe, qualora lui volesse comprare il quadro. Quell'uomo è Matthias. Su questo concordano sia il padrone della pizzeria, sia i cani che la polizia porterà a fiutare tracce nel ristorante di Vietri. Più tardi l'Audi arriva nei pressi della stazione di Cerignola. Matthias, che con la cittadina pugliese non ha alcun legame conosciuto, parcheggia, mette il freno a mano, chiude la macchina. Il suo cellulare sta, spento, nel cruscotto. Alla sera, a poca distanza dalla stazione, l'Eurostar Milano-Bari travolge un uomo che ha deciso di togliersi la vita.

L’articolo continua sotto

Da sinistra, Alessia e Livia Schepp (Epa)

In una nuova lettera del padre l'atroce verità:«Le ho uccise io»

Altro colpo di scena nella vicenda delle gemelle scomparse dopo il suicidio del padre avvenuto a

Tags Correlati: Audi | Cerignola | Corsica | Eurostar Milano | Irina Lucidi | Marsiglia | Matthias Kaspar Schepp | Salerno | Tolone | Vaud

 

Quell'uomo è Matthias. Mille chilometri più a nord, sulle rive del lago di Ginevra su cui si arrampicano i vigneti e svernano i pensionati elvetici, Irina è in pensiero già da domenica sera, allarmata dall'insolito comportamento del marito. La polizia italiana identifica l'uomo falciato dal treno: Matthias Schepp. Ma delle bambine non trova traccia. Nei giorni successivi viene individuato in vari punti della rotta postale tra la Francia, l'Italia e la Svizzera un fiotto di lettere spedite da Matthias. Molte contengono soltanto banconote da 50 euro, gran parte del gruzzolo prelevato dall'uomo agli sportelli bancomat marsigliesi. Ma in altre ci sono messaggi drammatici, conclusivi. Matthias scrive che le bambine riposano in pace.

Che non hanno sofferto. Di loro per ora nessuna traccia, lungo l'incomprensibile girovagare tra luoghi che conservano i ricordi della passata felicità vacanziera della famiglia Schepp (la Corsica) e luoghi che invece conservano soltanto i muti misteri dello svizzero suicida (Cerignola). Il computer dell'uomo, analizzato dalla polizia, mostra tracce di premeditazione nella cronologia della navigazione su internet delle ultime settimane: siti di compagnie di navigazione verso la Corsica, siti sul suicidio. Ma la traccia più fosca è quella lasciata dalla connessione a pagine web che parlano di avvelenamento.

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Tutte le future regine delle flotte aziendali

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da