Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 aprile 2011 alle ore 22:06.

My24
Arriva l'ipermercato da cittàArriva l'ipermercato da città

La crisi morde i consumi e la tradizionale maxi-spesa del sabato nei grandi magazzini di periferia urbana va in crisi per due motivi: l'esborso anticipato di grosse cifre e gli sprechi inevitabili se la spesa si fa una volta a settimana. Controllare le date di scadenza dei mille prodotti acquistati di corsa diventa un'impresa impossibile per qualsiasi casalinga, soprattutto se impegnata in un lavoro oltre alla conduzione della casa.

I risparmi dei prezzi bassi se ne vanno in fumo in scarti alimentari di prodotti scaduti e anticipi di cassa che soprattutto nella quarta settimana del mese pesano sui bilanci familiari. Così cambiano le abitudini e torna la spesa quotidiana sotto casa. In Italia molte piccole catene come la Coop o Despar hanno già imboccato la strada del minimarket dietro l'angolo (idea lanciata da tempo dalla Migros svizzera) seguiti dal gigante francese Carrefour che sta testando il promettente segmento di mercato nel nord Italia.

Anche Auchan ha capito il trend ma sta rispondendo con un'idea originale, una sorta di mini corazzata tascabile della distribuzione: lunedì 4 aprile a Tourcoing cittadina nel Nord francese ha lanciato il primo ipermercato urbano, una risposta controcorrente che si colloca tra il mini-market e l'Ipermercato. Si tratta di un negozio di 4.000 metri quadrati, contro gli 11mila tradizionali, collocato al Saint Espace-Christophe, il nuovo centro commerciale di Tourcoing, servito da tram e metropolitana.

Il primo Auchan City, così è stato denominato il negozio pilota,offre 25mila prodotti base rispetto ai 65mila del tradizionale iperrmercato Auchan. Un taglio netto che però consente di ridurre il tempo della ricerca a favore della scelta dei prodotti.

Modifica dei colori
Il modulo ha come motto "il prezzo, qualità, freschezza e simpatia". L'idea arriva addirittura dalla filiale del gigante francese in Russia dove a causa delle distanze, del caotico traffico moscovita e del clima rigido Auchan ha lanciato a Mosca Auchan City, l'iper-locale .L'idea è piaciuta e ora si tenta di portarlo in Francia e poi nel resto d'Europa. Il piccolo ipermercato da città punta sui prodotti alimentari (compresi i prodotti biologici e locali a zero chilometri in omaggio alle nuove tendenze di consumare prodotti del territorio per ridurre l'impatto ambientale), poco abbigliamento e niente cartoleria.

Cambiano anche i colori dell'insegna da rosso e verde su fondo bianco, al verde chiaro e bianco su sfondo blu. Inoltre il negozio è aperto anche la domenica mattina, in deroga alla rigida normativa transalpina sul lavoro festivo. Chiaro che se il test sarà positivo, potrebbe essere sviluppata altrove. La battaglia del mini-ipermercato è aperta. Ora tocca alla Esselunga e Coop mettere da parte le baruffe domestiche provocate dal libro di patron Caprotti "Falce e carrello" e trovare una risposta all'attacco transalpino.I tempi cambiano. Anche tra i banchi dei supermercati.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi