Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 dicembre 2011 alle ore 19:06.

My24
Finmeccanica, Guarguaglini lascia. All'ad Orsi anche la carica di presidenteFinmeccanica, Guarguaglini lascia. All'ad Orsi anche la carica di presidente

Non è la rivoluzione annunciata con l'arrivo di un traghettatore a tempo - nelle ultime ore si era parlato con insistenza del consigliere anziano Guido Venturoni - ma è comunque la fine di un'era a Finmeccanica. Il presidente Pier Francesco Guarguaglini lascia (con una buonuscita di 4 milioni di euro) e la sua carica passa all'amministratore delegato Giuseppe Orsi. Le deleghe (relazioni esterne e strategie) del manager di Castagneto Carducci, indagato per false fatturazioni e frode fiscale nell'inchiesta sugli appalti Enav, passeranno così all'amministratore delegato. Nella nota diffusa al termine della riunione, si legge che il cda del gruppo «ha deciso di concentrare le deleghe relative alla gestione sociale in capo all'amministratore delegato, Giuseppe Orsi, e, preso atto delle conseguenti dimissioni di Pier Francesco Guarguaglini dalla carica di presidente, ha nominato lo stesso Orsi quale presidente e amministratore delegato».

Sfuma la soluzione di un traghettatore a tempo
Non c'è quindi la soluzione "soft", ventilata alla vigilia - che avrebbe dovuto portare al posto di Guarguaglini l'ex capo di stato maggiore della Difesa, ma nemmeno la svolta più traumatica, ossia le dimissioni "coatte" di quattro consiglieri per far decadere l'intero board di Piazza Monte Grappa. Una strada che avrebbe portato all'azzeramento dei vertici con l'uscita di scena sia di Guarguaglini che di Orsi.

Rafforzata la posizione dell'ingegnere di Guardamiglio
La scelta di affidare le deleghe del presidente all'ad rafforza dunque la posizione dell'ingegnere di Guardamiglio, nominato ai vertici del gruppo il 4 maggio scorso, grazie alla spinta della Lega Nord. Negli ultimi giorni si era, per la verità, parlato dell'arrivo di una figura esterna come quella dell'ex Fiat, Paolo Cantarella,o ancora della candidatura di Vito Gamberale, sponsorizzato dal ministro Passera e attuale ad del fondo F21. Una soluzione, quest'ultima, che avrebbe portato a un ridimensionamento dei poteri di Orsi vista la forte personalità di Gamberale. Alla fine, invece, è prevalsa la scelta di affidare a Orsi anche la carica di presidente.

Nel cda Pansa in sostituzione del manager di Castagneto Carducci
L'uscita di scena del manager di Castagneto Carducci - indagato nel filone degli appalti Enav per false fatturazioni e frode fiscale - provoca anche una revisione dell'assetto del cda del gruppo. Al posto di Guarguaglini arriva infatti l'attuale direttore generale e finanziario del colosso aerospaziale, Alessandro Pansa, il cui nome era circolato anche come possibile sostituto del manager livornese.

Commenta la notizia