Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 dicembre 2011 alle ore 14:05.

My24

C'è l'accordo sul trasporto pubblico locale tra Governo e Regioni. L'esecutivo stanzierà circa 400 milioni di euro. A riferirlo è il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, al termine dell'incontro con il viceministro dell'Economia, Vittorio Grilli, e il ministro per gli Affari regionali, Piero Gnudi, al quale hanno partecipato anche Renata Polverini (Lazio), Roberto Cota (Piemonte), Catiuscia Marini (Umbria) guidati dal presidente della conferenza delle Regioni, Vasco Errani. Subito dopo l'intesa Errani ha quindi convocato il tavolo dei governatori che dovranno esaminare, oltre all'accordo sul Tpl, anche il nuovo Patto per la salute e il riparto del Fondo sanitario 2012.

Formigoni: per Tpl Governo approverà decreto entro fine anno
Fino a quest'anno le risorse con le quali era stato finanziato il trasporto ammontavano a 2,055 miliardi. «I governatori hanno accettato dei tagli dal omento che si passerà a 1,5-1,6 miliardi», ha chiarito Formigoni. Finora, per finanziare il trasporto, il Governo aveva trovato circa 1,2 miliardi. Formigoni ha quindi spiegato che, entro la fine dell'anno, l'Esecutivo approverà un decreto per stanziare 314 milioni di euro a favore del trasporto pubblico locale mentre ci sono circa 86 milioni di euro da reperire. «Dobbiamo verificare alcuni numeri e mettere a punto un documento che colleghi le risorse ad una forte razionalizzazione del servizio che le Regioni si impegneranno a fare. Oggi pomeriggio - ha aggiunto Formigoni - prima della Conferenza Unificata, sarà sottoscritto l'accordo definitivo. Noi abbiamo chiesto la fiscalizzazione dal 2012, il governo si impegnato a studiarla dal 2013».

Polverini: impegno per 1,6 miliardi e patto con enti locali
L'elemento importante, per Polverini, è «l'impegno per garantire, intanto, le risorse minime per il trasporto pubblico locale: si parla di 1,6 miliardi nell'ambito di un patto complessivo che riguarda anche Comuni e Province, per una riorganizzazione di tutto il sistema dei trasporti locali a cominciare dal servizio su gomma per arrivare al trasporto su ferro. Con un patto tra Governo ed enti locali - ha continuato Polverini - è possibile garantire il servizio, i posti di lavoro e contemporaneamente razionalizzare il sistema. Per fare questo è importante che vi sia il coinvolgimento in prima persona di sindaci e presidenti delle Province».

Commenta la notizia