Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 settembre 2012 alle ore 17:43.

My24

«Una informazione intesa come nuovo punto di riferimento per i progressisti, per dire ciò che a sinistra molti pensano e non trovano». Dal 18 settembre uscirà Pubblico, il nuovo quotidiano diretto da Luca Telese, ex Giornale, ex Fatto Quotidiano e volto di La 7.

Dal Fatto a Pubblico
Della nascita del nuovo giornale si parlava già da metà giugno, quando Telese lasciò il Fatto Quotidiano, in polemica con il duo Padellaro-Travaglio in merito alla linea politica da dare al giornale nell'era post governo Berlusconi. Oggi c'è stata la conferenza stampa di presentazione della nuova creatura dell'ex firma del Fatto («Vi ho convocato qui per distruggere Travaglio», ha ironizzato Telese) .

«Siamo un giornale indipendente»
«Hanno detto - ha affermato Telese - che siamo il giornale della Fiom, di Sel e persino di Moltezemolo. Sembra strano, ma siamo un giornale indipendente. Saremo semplicemente ma gagliardamente critici nei confronti del Governo Monti». L'investimento per far partire Pubblico ammonta a 750mila euro, suddiviso tra la torta, molto frammentata, dei soci. I tre contribuenti principali sono Telese stesso, l'ex numero uno di Current Tv Italia, Tommaso Tessarolo, e l'avvocato bolognese Maurizio Feverati.

Obiettivo 10-15mila copie
Per mantenere in equilibrio i conti, ha detto Telese, il giornale dovrà vendere «9-10mila copie, ma l'obiettivo è arrivare a una tiratura di 30mila copie per stabilizzarsi attorno a una media di vendite di 10-15mila copie. Se riusciamo ad intercettare i lettori in uscita dai grandi quotidiani ci rientriamo ampiamente». Intanto, per il lancio del giornale, la tiratura sarà di 100mila copie. Telese poi ha ricordato: «A differenza di quanto avvenuto con la partenza del Fatto, noi saremo presenti anche in Sardegna e Calabria. Inoltre le nuove tecnologie ci hanno permesso di abbattere i costi. Per fare solo un esempio, il nostro sistema editoriale è costato la metà di quello del Fatto ed è più evoluto».

Redazione giovane
Il giornale sarà di 24 pagine a colori, uscirà 7 giorni su 7, al costo di 1,50 euro, con una redazione di 30 giornalisti, fra redattori e collaboratori (molti ex Fatto, ex Unità, ex Riformista) e un'età media di 35 anni. Tra i volti noti che scriveranno sul nuovo quotidiano, Ritanna Armeni del Manifesto, Giancarlo Padovan (ex direttore Tuttosport) e Corrado Formigli di La 7. Ci sarà l'inserto sportivo, quello della cultura, tecnologia e innovazione, fino alla domenica, con l'inserto dedicato ai bambini. Senza tralasciare il sito online www.pubblicogiornale.it

Commenta la notizia