Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 novembre 2012 alle ore 19:40.
L'ultima modifica è del 07 novembre 2012 alle ore 13:48.

My24
Filippo Patroni Griffi (Lapresse)Filippo Patroni Griffi (Lapresse)

Per gli eventuali esuberi nel pubblico impiego «useremo anche la mobilità ma é l'ultimo degli strumenti». Lo ha chiarito il ministro della Pubblica amministrazione Filippo Patroni Griffi a margine di un convegno di Confagricoltura. Il ministro ha spiegato che gli strumenti che verranno utilizzati saranno innanzitutto «la mobilità volontaria, poi i contratti di solidarietà e per le eccedenze residue la mobilità per due anni». In base a quanto anticipato da Il Sole 24 Ore, si tratta di oltre 6mila eccedenze da gestire entro i primi sei mesi del 2013. Il ministro ha convocato i sindacati per mercoledì prossimo, 14 novembre. In quell'occasione li metterà al corrente del piano per la riorganizzazione delle piante organiche delle amministrazioni centrali e degli enti non economici, per adempiere ai tagli previsti dalla spending review.

Produttività, Passera contro gli automatismi
Al convegno hanno partecipato anche i ministri Passera e Fornero. Entrambi sono intervenuti sul tema della produttività. Mentre la leader della Cgil Susanna Camusso si è detta pessimista sul raggiungimento di un'intesa tra sindacati e imprese sulla produttività («Credo - ha detto -, forse mi sbaglierò, che per quanto riguarda l'accordo sulla produttività non si vada da nessuna parte») e il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni ha ventilato l'ipotesi di un unico accordo, con un cappello comune, e due diversi "svolgimenti" che vengano incontro alle esigenze di grandi e piccole imprese, il ministro Passera ha ricordato: «Noi siamo dell'idea che sia necessario premiare fiscalmente gli effettivi aumenti di produttività e che gli automatismi, che non tengono conto delle differenze di settore, o tra aziende, non siano utili per rendere più competitivo il nostro Paese». Fornero ha invece sottolineato che la produttività «è un elemento di forza della crescita. Non avremo crescita in questo Paese - ha aggiunto - se non si aumenta la produttività». Secondo il ministro del Lavoro, poi, la produttività «non si fa con un tratto di penna, ma mettendoci capitale adeguato, infrastrutture adeguate e anche burocrazia adeguata. Ma soprattutto con capitale umano adeguato che si ottiene con la formazione».

Patroni Griffi sulle liste pulite: decreto in Cdm nei prossimi giorni
Patroni Griffi ha parlato anche del decreto per le liste elettorali pulite. Il provvedimento sull'incandidabilita, ha annunciato, «arriverà in tempo utile per le prossime elezioni. Noi ci auguriamo questo: nei prossimi giorni lo porteremo in Consiglio dei ministri e a breve ci sarà un incontro con il ministro di Grazia e giustizia, Paola Severino». Intervistato nel pomeriggio da Rainews24, il ministro ha assicurato che nell'arco di 10-15 giorni «avremo il provvedimento sull'incandidabilità, sicuramente in tempo utile per le prossime elezioni politiche».

Commenta la notizia