Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 dicembre 2012 alle ore 07:14.

My24

PICCOLE E MEDIE AZIENDE
Una "riserva" sui progetti dell'Agenzia digitale
Viene introdotta una riserva a favore delle micro, piccole e medie imprese nell'ambito dei grandi progetti di ricerca e innovazione che saranno gestiti dall'Agenzia digitale italiana. Nel caso delle «attività di ricerca finalizzate allo sviluppo di un servizio o di un prodotto innovativo in grado di rafforzare anche la capacità competitiva delle piccole e medie imprese», una percentuale di almeno il 25% delle risorse annuali per grandi progetti strategici a disposizione dell'Agenzia è destinata a iniziative che coinvolgano micro, piccole e medie imprese, anche associate tra loro. Rientrano in questa fascia di progetti da premiare anche quelli svolti in collaborazione con grandi imprese o organismi di ricerca.
Nel complesso, la relazione tecnica del governo indica in 240 milioni di euro la dotazione disponibile per i grandi progetti strategici, recuperata da risorse già esistenti.

PROFESSIONISTI
No alla vendita forzata degli immobili delle Casse

Nessuna vendita forzata per gli immobili residenziali delle Casse di previdenza private. Ieri sera il governo ha accolto la richiesta della commissione Bilancio del Senato di stralciare il comma del maxiemendamento con cui si introduceva l'obbligo, previo decreto del ministero dell'Economia, di vendere ai locatari o affittare a importi calmierati gli stabili di proprietà degli enti di previdenza inseriti nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione. Il comma, che voleva favorire famiglie, anziani e single a basso reddito o in difficoltà finanziaria, era stato approvato dalla commissione Industria del Senato nella notte tra lunedì e martedì, ma aveva ricevuto parere contrario del ministero del Lavoro. Inoltre la Ragioneria dello Stato aveva sottolineato che tale misura avrebbe comportato minori entrate per le Casse con la possibilità di pregiudicare la sostenibilità delle prestazioni previdenziali e dei bilanci tecnici.

SCUOLA
Slitta l'adozione degli e-book
Slitta all'anno scolastico 2014-2015 l'adozione degli e-book nelle scuole con un piano di implementazione graduale e possibili forme miste carta-digitale. Per consentire la sicurezza degli edifici scolatici il Miur, d'intesa con la Conferenza unificata, definisce le priorità strategiche, le modalità e i termini per la predisposizione e per l'approvazione di appositi piani triennali, articolati in singole annualità di interventi di edilizia scolastica. Ciascuna Regione approva e trasmette il proprio piano, in base alle richieste arrivate da Comuni e Province, al ministero che deve approvarli. Una strategia di messa in sicurezza che prevede a partire dal prossimo anno l'istituzione di un fondo unico ad hoc. Previsto un meccanismo premiale nell'assegnazione delle risorse, definito in base alla capacità di spesa dimostrata dagli enti locali in ragione della tempestività, dell'efficienza e nell'utilizzo delle risorse assegnate nell'anno precedente. Alle amministrazioni virtuose viene attribuita a livello regionale una quota aggiuntiva non superiore al 20% di quanto sarebbe ordinariamente spettato in sede di riparto.