Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 dicembre 2012 alle ore 06:35.

My24


Lo scudo delle OMTs è l'intervento "virtuale" che sta domando lo spread BTp-Bund. Fino alla formazione del prossimo Governo, l'Italia non potrà richiederlo in caso di necessità. In questo limbo la politica non deve compromettere l'accesso ai mercati del Tesoro, condizione necessaria per gli aiuti Bce. u Continua u pagina 4I RENDIMENTI E L'ATTIVITÀ DEL GOVERNOL'INCARICO
L'8 novembre 2011 l'annuncio, in un comunicato del Quirinale, che il presidente del Consiglio Berlusconi rimetterà il mandato dopo l'approvazione della legge di stabilità. Il giorno dopo, con lo spread che tocca quota 575 (ma la chiusura è a 550), Napolitano nomina Mario Monti senatore a vita, e il 13 novembre gli affida l'incarico di governo, che tre giorni dopo Monti accetta presentando la lista dei ministri. Lo spread cala L'AVVIO DEL GOVERNO L'arrivo di Monti come premier si fa subito sentire sullo spread, che cala sensibilmente. Il 24 novembre a Strasburgo c'è l'incontro trilaterale tra Monti, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy per analizzare la situazione dei mercati in Europa. Il 4 dicembre viene emanato il decreto-legge Salva Italia. Il giorno successivo lo spread scende a 376
IN ALTALENA Lo spread ricomincia a salire fino alla prima metà di gennaio 2012, quando supera nuovamente i 500 punti per poi riprendere la discesa, scandita anche dalle iniziative governative. Il 20 gennaio il Dl Cresci-Italia (lo spread va a 435); il 3 febbraio il decreto Semplificazioni, (spread a 382); il 24 febbraio il decreto semplificazione fiscale, (spread a 360); e raggiunge quota 280, il livello più basso dell'anno, il 19 marzo, quando riprende a salire NUOVO PICCO Lo spread continua la sua ascesa fino al 25 luglio, quando raggiunge il picco massimo dell'anno (519 punti) a causa degli aiuti alle banche spagnole. Tra aprile e luglio il Consiglio dei ministri approva il decreto Sviluppo (15 giugno), la spending review e il riordino dei tribunali (6 luglio). Dopo il picco, i rendimenti ricominciano a calare, pur con qualche rialzo L'ULTIMO ATTO Lo spread continua a calare, fino scendere sotto i 300 nella prima settimana di dicembre. Ma giovedì 6 dicembre il Pdl si astiene dal voto di fiducia al Senato sul Dl Sviluppo-bis e alla Camera su quello per gli enti locali. Due giorni dopo, a mercati chiusi, colloquio tra Monti e Napolitano, e annuncio delle dimissioni di Monti approvata la legge di stabilità. Ieri, lunedì 10 dicembre, lo spred torna a superare quota 350I RENDIMENTI E L'ATTIVITÀ DEL GOVERNOL'INCARICO
L'8 novembre 2011 l'annuncio, in un comunicato del Quirinale, che il presidente del Consiglio Berlusconi rimetterà il mandato dopo l'approvazione della legge di stabilità. Il giorno dopo, con lo spread che tocca quota 575 (ma la chiusura è a 550), Napolitano nomina Mario Monti senatore a vita, e il 13 novembre gli affida l'incarico di governo, che tre giorni dopo Monti accetta presentando la lista dei ministri. Lo spread cala

Shopping24

Dai nostri archivi