Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 05 gennaio 2013 alle ore 17:33.

My24

La meditazione tibetana Tong Len come possibile sostegno nel percorso di cura dei pazienti oncologici: per la prima vota nella storia mondiale della medicina verrà condotto da una equipe di esperti di una azienda ospedaliera un esperimento su un campione di malati per vedere se e quanto questo tipo di meditazione possa effettivamente incidere sullo stato di saluti di chi la pratica.

La ricerca, che durerà diversi mesi e verrà fatta su un campione di 80 pazienti, prenderà il a febbraio all'ospedale bolognese Bellaria sotto la responsabilità dell'equipe del reparto di Psicologia clinica del nosocomio guidata dal professor Gioacchino Pagliaro.
Degli 80 pazienti solo la metà sperimenterà la meditazione Tong Len, pur senza rinunciare alle cure tradizionali adeguate alla patologia oncologica da cui è colpita. I medici non sapranno chi degli ammalati che rientrano nella sperimentazione stia facendo meditazione e chi no: la loro conoscenza si limiterà alle iniziali dei pazienti, al tipo di tumore e ai valori ematici di ciascuno. A distanza di alcuni mesi verranno quindi fatti i riscontri del caso per vedere se e in che modo la meditazione può avere inciso sul decorso della malattia, in particolare sui valori ematici dei pazienti stessi.

La meditazione Tong Len, è pratica tibetana molto antica basata sul principio del 'prendere e dare' energia: "La pratica del "prendere e dare", o in tibetano Tong Len – scrive Lama Zopa Rimpoche nel suo Guarigione definitiva - costituisce il metodo più rapido e più potente per guarire noi stessi. Nella meditazione del "prendere e dare", quando sviluppiamo una grande compassione prendiamo su di noi la sofferenza e le cause di sofferenza degli infiniti altri esseri viventi, e le utilizziamo per distruggere il nostro pensiero egocentrico ed egoista, che è la fonte di ogni nostro problema (…) utilizziamo il nostro stesso dolore per sviluppare la compassione per gli altri esseri viventi. Per mezzo di questa meditazione, sperimentiamo la nostra malattia e tutti i nostri altri problemi per il bene di tutti gli esseri viventi. Se pratichiamo questa meditazione con cura e intensità questo ci aiuterà a diminuire e anche a eliminare il nostro dolore, e non è cosa rara che la meditazione sia anche in grado di guarire la nostra malattia".

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi