Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 febbraio 2013 alle ore 21:14.
L'ultima modifica è del 15 febbraio 2013 alle ore 11:16.

My24

Un asteroide del peso di 10 tonnellate, da cui è originato un treno di meteoriti che si è abbattuto sugli Urali, ha provocato circa mille feriti in sei diverse città, secondo il governatore della regione di Chelyabinsk, Mikhail Yurevich, citato dall'agenzia Ria Novosti. Secondo l'amministrazione comunale di Chelyabinsk, città industriale da un milione di abitanti, i feriti nel solo comune sono 725, di cui 159 bambini. I due terzi degli infortunati hanno riportato ferite leggere, causate dal schegge di vetro, ha detto Yurevich. Fonti militari anonime russe hanno riferito ai media locali che l'asteroide è stato individuato e fatto esplodere. Secondo Russia Today è esploso nove volte, la prima a una distanza di 55 chilometri dalla terra. Le esplosioni hanno causato il panico tra la popolazione. I primi testimoni avevano pensato all'esplosione di un aereo in volo. Poi la pioggia di cristalli ha investito il suolo, danneggiando almeno 297 case private, sei ospedali e 12 scuole (fonte Agi, Afp)

di Leopoldo Benacchio
Le notizie, inizialmente, sono state frammentarie e le riprese video, che sono state messe in rete al volo, piuttosto approssimative. È ovvio che sia così, una pioggia o treno di meteoriti non si fa annunciare e quel che è successo dalla parti di Yekaterinburg, nella regione degli Urali in Russia, sembra proprio un fenomeno del genere.

Ne ha tutti i connotati: una lunga scia di "fumo", che altro è sostanzialmente aria compressa e riscaldata simile a quella che lasciano gli aerei di linea a volte, un bel botto e la probabile frammentazione del corpo celeste, a occhio e croce un meteorite, un sasso cosmico in sostanza, della grandezza compresa fra quella di un vaso da fiori e una lavatrice.

Vetri rotti, qualche finestra squassata con le relative imposte, pare un paio di tetti di fabbriche che, nella regione, sono numerose, e anche centinaia di feriti (si parla di tre gravi) per i vetri e i piccoli crolli. Per fortuna nulla è successo alla centrale nucleare di quella zona .

La probabilità che un meteorite cada su una città abitata sono scarsissime, basta pensare che la Terra è ricoperta da mari e oceani, deserti e monti per più dell'80 per cento e anche questa volta, a dispetto della paura degli abitanti e dei video che circolano in rete, si capisce che non è caduto nulla di grosso direttamente sulle case, forse qualche frammento piuttosto piccolo di materiale solido, visti i tetti rotti.

Per provocare un danno del genere possiamo pensare a un frammento grande come una mela, ma sono stime giusto per farsi un idea.
Quello che probabilmente è successo è che in alta quota, diecine di chilometri dal suolo, un meteorite di dimensioni importanti, più di un pallone da calcio e meno di una lavatrice, si è frantumato come spesso succede in questi casi per il riscaldamento dovuto all'entrata nell'atmosfera terrestre.

I vetri rotti, le sirene di allarme, le finestre divelte sono dovuto all'onda d'urto e probabilmente anche a piccoli frammenti. Si parla per questo di "treno" di meteoriti composti da frammenti grandi e piccoli. Per quanto piccoli comunque dobbiamo pensare che viaggiano a migliaia di chilometri all'ora e la forza sviluppata nell' impatto è quindi notevole.

Un fenomeno come questo fu osservato sopra i cieli del Canada nel 1913 anche se non sono riportati danni come in questo caso forse anche perché la zona era poco popolata. Ci sono dei disegni dell'epoca molto chiari e la traiettoria del treno di meteoriti è stata ricostruita oltre 10.000 chilometri, dalla costa ovest degli USA verso il Canada e Alaska e via fino all'Oceano.

Fenomeni come questo sono piuttosto frequenti quindi, basta pensare che a Terra "ingrassa" ogni anno di centinaia di tonnellate per il materiale che le cade addosso dallo spazio, ma si tratta in gran parte di granelli di polvere o piccoli sassolini.

Nel 1908 in Russia, a Tunguska, cadde un asteroide di circa 45 metri cadde, per fortuna sopra una foresta, facendo un enorme cratere e bruciando centinaia di chilometri quadrati di terreno, alberi compresi.
Questa sera, fra le 20 e le 21 in Italia, passa molto vicino alla Terra 2012 D4, un asteroide da record: arriverà a soli 27.000 chilometri da noi, più vicino dei satelliti da telecomunicazione che stanno a 32.000, mai successo.

Nessun problema, meglio dire subito e sottolineare, visto questa strano accadimento in Russia, passerà senza darci fastidio alcuno, anzi sarà un'ottima occasione per studiarlo.

Commenta la notizia