Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 marzo 2013 alle ore 19:42.

My24

Chiaro, ma non chiarissimo. Sky e Rai hanno raggiunto un accordo per la trasmissione in chiaro di alcuni gran premi del campionato mondiale della Formula 1 2013. Se ne parlava da tempo, oggi è arrivato il via libera. La tv di Rupert Murdoch, che da quest'anno è tornata a mettere le mani sulla F1 in cambio di un assegno di poco meno di 50 milioni di euro (Bernie Ecclestone, mammasantissima del Circus, sa come si fanno gli affari), ha ceduto i diritti alla Rai per 9 delle 19 gare in programma, che saranno quindi trasmesse in diretta da entrambe le emittenti televisive. Come accadrà nel Regno Unito al netto dell'accordo tra Sky e Bbc. Peccato che l'inizio non sia dei migliori: Viale Mazzini potrà trasmettere soltanto uno dei primi 4 gran premi in calendario.

Melbourne, Sepang, Shangai e Manama. Soltanto una delle corse che si disputeranno nei primi 4 circuiti del Mondiale potrà essere seguita in chiaro dagli abbonati Rai. La F1 parte dall'Australia il 17 marzo. Possibile che la scelta dei vertici del Cavallino sia caduta proprio sulla prova numero 1 della stagione. Ma non ci sono ancora notizie certe a proposito.

Quel che invece è certo, altra tegola che finisce sulla testa di tutti coloro che erano abituati a seguire i duelli tra i protagonisti delle monoposto d'elite sul primo canale della tv di Stato, è che tra le 9 gare in chiaro trasmesse dalla Rai non ci sarà il Gran premio di Montecarlo, vale a dire la gara più attesa della stagione. Vero, per chi ha scelto di non aderire alla proposta della tv satellitare ci sarà comunque la possibilità di seguire tutti i gp del 2013. Basterà attendere qualche ora per vederli in differita. Sempre che si riesca a non farsi raccontare come sono andate le cose prima di sistemarsi davanti al televisore.

Commenta la notizia