Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 aprile 2013 alle ore 15:33.

My24

Alla Triennale di Milano stamani è stato premiato il vincitore della Concorso Internazionale a cui hanno partecipato 68 progetti provenienti da tutto il mondo: è uno progetto tutto italiano firmato dal pool Studio Nemesi&Partners di Roma, Proger e BMS Progetti. La commissione l'ha premiato per la coerenza al tema delll'albero della vita, un concept ispirato al vivaio elaborato da Marco Balich per il concorso bandito per costruire il padiglione dell'Italia. Un flagship store delle sue eccellenze, che resterà simbolo dell'Expo 2015 anche dopo la chiusura dell'evento.

Il progetto, che interpreta la cultura italiana contemporanea, comprende sia il buiding Italia ( 12000 mq calpestabili) sia gli altri padiglioni posti lungo il Cardo che ospiteranno una molteplicità di attività espositive e istituzionali lungo un viale che si snoda per 325 metri. Al raggruppamento tutto italiano composto da Nemesi & Partners di Roma, Proger di Pescara, e BMS Progetti di Milano oltre ad andare il primo premio di 60000 euro, va una commessa di lavori pari a 30 milioni di euro per il building e dieci per il Cardo.

L'esecutivo deve partire entro 90 giorni poiché come ha ricordato l'ad di Expo Spa Giuseppe Sala bisogna "fare in fretta perché il tempo stringe" dopo avere ricordato i noti ritardi sulla tabella di marcia. The "tree of life", l'albero della vita, non è dunque solo il titolo del film di Terence Mallick premiato a Cannes 2011 diventa anche il titolo dell'edificio più rappresentativo di Expo 2015- Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita - il cui lascito al territorio lombardo ne detterà anche le sue future linee di sviluppo insieme alle vie d'Acqua.

La metafora dell'albero della vita che affonda le proprie radici in cinque principi nutritivi. l'acqua, l'energia, la trasparenza, la natura e la tecnologia, farà germogliare lo sviluppo e la crescita sostenibile di Milano e dintorni anche dopo la chiusura dell'Expo. L'articolazione volumetrica del progetto di Palazzo Italia è basato su quattro blocchi principali, organizzati intorno a un vuoto- piazza centrale, collegati tra loro da elementi ponte, che ospitano le macro funzioni dell'area espositiva, dell'Auditorium, Uffici e sale riunioni. L'elaborato scelto e premiato oggi è rimasto anonimo, come pure gli altri, per consentire e garantire la massima trasparenza ed obiettività da parte della Commissione giudicatrice.

Commenta la notizia