Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 24 maggio 2013 alle ore 14:02.

My24
Jens Weidmann (Afp)Jens Weidmann (Afp)

Il fallimento di uno Stato sul proprio debito sovrano nell'Eurozona deve essere possibile per assicurare una disciplina di mercato. È di questa opinione Jens Weidmann, presidente della Bundesbank e consigliere della Bce: «Nel lungo termine - ha detto, intervenendo a un convegno monetario organizzato dalla Banca di Francia a Parigi - dobbiamo assicurare che sia possibile il fallimento di uno Stato. La possibilità di un 'default' é un elemento chiave per la disciplina di mercato».

È per questa ragione, ha continuato Weidmann, che l'Eurozona sta lavorando sulla regolamentazione finanziaria e per la creazione dell'unione bancaria che spezzerà il legame tra le banche e il debito sovrano del proprio Paese.

Commenta la notizia