Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 giugno 2013 alle ore 12:24.

My24
Silvio Berlusconi (LaPresse)Silvio Berlusconi (LaPresse)

Non sarà "business as usual" per il governo, o almeno sono in pochi a pensarlo: per il Financial Times, come per molti osservatori della stampa straniera, la condanna di Silvio Berlusconi al processo Ruby probabilmente aumenterà le tensioni tra i due principali partiti del "fragile governo di coalizione" italiano, già profondamente diviso sulle richieste del centrodestra di tagli fiscali che il bilancio può difficilmente affrontare.
Nonostante l'ex premier abbia detto più volte che le sue battaglia giudiziarie non avranno impatto sul sostegno del Pdl al governo di Enrico Letta, "data la nota imprevedibilità di Berlusconi e la rabbia dei suoi sostenitori per la sentenza, pochi si aspettano che sarà business as usual per il governo", scrive il Ft.
"Le prospettive per l'attuale governo di coalizione sono cupe", dice al Ft Christopher Duggan, professore di storia italiana alla Reading University, osservando che Berlusconi si aspettava una contropartita in cambio dell'avere dato all'Italia un governo funzionante dopo l'impasse post-elettorale.

La Bbc analizza "le onde d'urto" di questo "schiacciante verdetto", ma fa anche notare che la sentenza non avrà un impatto immediato e pratico, poiché si tratta solo di una condanna in primo grado. E anche se fosse confermata, "è altamente improbabile che un uomo della sua età vada in prigione per reati del genere in Italia".
"Molto più serio per l'ex premier è un altro caso che sta arrivando a conclusione", il caso dei diritti tv Mediaset, in cui è stato condannato per evasione fiscale. Se non riuscirà a ottenere il ribaltamento della sentenza da parte della Cassazione, Berlusconi rischia l'interdizione dai pubblici uffici già quest'autunno, osserva la Bbc. E sempre più si fanno congetture su come manovrerà per contrastare questa minaccia all'orizzonte.
Secondo James Walston, dell'American University a Roma, se la Cassazione confermerà la condanna, Berlusconi passerà dal ruolo di uomo di Stato a quello di "agitatore populista" con conseguenze "incerte e pericolose".
"E' anche possibile immaginare uno scenario in cui le agitazioni facciano cadere il governo di coalizione, di cui la fazione dell'ex primo ministro è parte importante".

Berlusconi è stato condannato a sette anni per lo scandalo bunga-bunga, "ma non aspettatevi di vederlo presto dietro le sbarre", titola il Daily Mail. Potrebbe non finirci mai, a causa dell'età – 76 anni - e della lungaggine dei processi, spiega il tabloid britannico. Ma una conferma della condanna nel caso Mediaset "porrebbe praticamente fine alla sua carriera politica".
Forse "in modo adatto" a un caso che ha gettato luce sul nesso torbido tra sesso e potere, tutti i tre giudici erano donne, sottolinea il Guardian. E sono andate oltre la richiesta del pubblico ministero, condannando Berlusconi a sette anni invece di sei, con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. Hanno messo "il chiodo finale sulla bara della reputazione internazionale del politico playboy".

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi