Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 09 agosto 2013 alle ore 11:18.

My24
Decreto del Fare, sì definitivo della Camera - Le principali novità in 12 punti - L'Abc del provvedimento

Arriva il via libera definitivo della Camera al Dl fare. Il provvedimento, approvato con 319 sì, 110 no e 2 astenuti, ora è legge. Sel, Movimento cinque stelle e Lega Nord hanno votato contro. «La Camera non chiude per ferie», ha affermato la presidente di Montecitorio, Laura Boldrini, prima di indire la votazione finale. «Le Commissioni e l'Aula possono sempre riunirsi se necessario». Ieri il Governo è stato battuto su alcuni ordini del giorno, tra cui uno legato allla responsabilità solidale negli appalti e un altro sulla geografia dei tribunali.

Tra le novità, il tetto ai compensi ai manager, con il taglio del 25% al compenso complessivo a qualsiasi titolo determinato per tutti i manager pubblici che non rientrano nel tetto dei circa 300mila euro del trattamento economico del primo presidente della Cassazione. La sforbiciata vale sia per le società non quotate emittenti titoli diversi dalle azioni sia per le spa quotate ma scatta solo in occasione del primo rinnovo e a patto che nel frattempo la società, non abbia deliberato, nei 12 mesi precedenti un taglio analogo. Salta poi il Durt, il documento unico di regolarità tributaria (Durt). Negli appalti diventa obbligatoria l'anticipazione del 10% dell'importo. Infine, salta lo sconto del 30% sulle multe per i patentati "virtuosi" che non hanno compiuto nei due anni precedenti violazioni gravi da cui derivano decurtazioni dei punti. Lo sconto resta per chi paga la multa entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notifica.


Le principali novità in 12 punti

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi