Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 27 marzo 2014 alle ore 12:14.

My24

Poche semplici manovre riescono a salvare una vita. Mosse essenziali di primo soccorso non solo per genitori, insegnanti, baby sitter ma per tutti. Dopo l'incidente nei giorni scorsi all'Ikea di Roma, in cui ha perso la vita Francesco, un bimbo di 3 anni soffocato da un pezzo di hot dog . Purtroppo uno dei tanti casi che si verificano ogni giorno in Italia e che coinvolgono non solo lattanti, bambini ma spesso anche adulti. Secondo i dati Istat il 27% delle morti classificate come «accidentali», nei bambini da 0 a 4 anni, avviene per soffocamento causato dall'inalazione di un «corpo estraneo» e-o cibo. In Italia muore circa un bambino a settimana per questo motivo.

Proprio per questo la Croce Rossa italiana scende in campo con la giornata nazionale informativa sulle manovre salvavita pediatriche. In tutte le regioni d'Italia, la Croce Rossa in aggiunta alle normali attività formative in ambito pediatrico, offrirà il giorno 5 aprile 2014 a tutta la popolazione (fino ad esaurimento posti disponibili) una giornata informativa gratuita durante la quale si tratterà la prevenzione da ostruzione da corpo estraneo e le manovre salvavita pediatriche.Per potersi iscrivere occorre inviare una mail all'indirizzo: 5aprile@cri.it. Come oggetto della mail gli interessati sono invitati a citare la Regione d'appartenenza e nel contenuto andranno elencati i dati anagrafici e i recapiti (nome, cognome, regione, città, cellulare, email).

Le linee guida nazionali sulle tecniche per evitare il soffocamento dei bambini saranno presentate nel corso del workshop "Out of the box 2014" in programma sabato 29 marzo, alle ore 10, presso l'Aula Magna "Sebastiano e Rita Reali" del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Tor Vergata a Roma (via Bernardino Alimena,5)
L'iniziativa, organizzata dalla Croce Rossa Italiana con il supporto del Comitato regionale CRI del Lazio. All'incontro saranno presenti, tra gli altri, il Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, il dr. Jacopo Pagani, responsabile nazionale del
progetto manovre salvavita pediatriche, il delegato tecnico nazionale di area 1, Maurizio Menarini, il Presidente del Comitato regionale CRI del Lazio, Adriano De Nardis, il Presidente del Comitato Provinciale CRI di Roma, Flavio Ronzi. La diffusione delle manovre salvavita pediatriche rientra nell'ambito di un progetto di educazione sanitaria della Croce Rossa Italiana che si rivolge alle insegnanti di asili nido e scuole elementari, alle mamme, ai papà, ai nonni, alle baby sitter e a tutti coloro che quotidianamente
interagiscono con bambini.

L'ostruzione delle vie aeree in età pediatrica è infatti un evento abbastanza frequente e un intervento tempestivo può prevenire conseguenze gravi, anche fatali. Sempre più spesso accade che i più piccoli siano vittime dell'ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo, come cibo, palline di gomma giochi, caramelle, un evento che se, non prontamente trattato, in pochi minuti potrebbe evolvere in arresto respiratorio al quale segue l'arresto cardiaco. E' importante, per evitare tali incidenti, diffondere il più possibile non solo le manovre salvavita , ma anche prevenire che ciò possa accadere.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi