Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 settembre 2014 alle ore 13:38.
L'ultima modifica è del 25 settembre 2014 alle ore 16:42.

My24
(Epa)(Epa)

Dhl, azienda leader nella logistica presente in oltre 220 Paesi, parte del gruppo Deutsche Post DHL, sarà la prima azienda al mondo a consegnare prodotti con i droni, gli aerei radiocomandati. Google e Amazon, retailer via internet che hanno annunciato di voler utilizzare i droni per le consegne veloci, sono state battute sul tempo dal corriere tedesco.

Dhl, infatti, comincerà presto a consegnare medicinali e merci urgenti nell'isola di Juist, in Germania. Ha infatti ricevuto l'autorizzazione dell'Agenzia federale per i trasporti e per il controllo del traffico aereo ad operare con i droni in uno spazio aereo ristretto, nell'arcipelago delle Frisone Orientali (Ostfriesische Inseln), gruppo di sette piccole isole tedesche sul Mare del Nord, appartenenti al land della Bassa Sassonia, riconosciute a livello mondiale per la loro importanza nella conservazione di uccelli migratori.

«Con il nostro "parcelcopeter", i droni radiocomandati saranno utilizzati per la prima volta nel mondo in consegne di merci urgenti, in tempo reale», ha spegato Juergen Gerdes, componente del cda di Deutsche Post e responsabile del servizio postale e delle consegne legate al commercio elettronico.

Il drone Dhl opererà lungo un percorso di circa 12 chilometri tra il porto di Norrdeich al launch pad creato sull'isole Juist, da dove un corriere locale espresso trasporterà le merci a destinazione. Questo servizio permetterà la consegna in tutta l'isola di medicinali, cosa non possibile ora se non con l'utilizzo di aircraft e traghetti. Il drone Dhl potrà trasportare pacchetti di peso fino a 1,2 chilogrammi in speciali contenitori disegnati per lo scopo, capaci di resistere a piogge, vento e neve. Il drone potrà volare per 45 minuti e sarà monitorato da una stazione a terra.

I ricercatori di Google hanno testato per circa due anni le consegne di vaccini per animale alle fattorie in Queensland, Australia. Ma il progetto non è ancora partito nella sua operatività. Amazon, a sua volta, ha testato nei suoi laboratori americani la consegna via droni e ha chiesto i permessi alle autorità aeroportuali Usa per volare nello spazio aereo. Oltre a loro anche le lobby di hollywood di film maker, gli agricoltori e polizia e Fbi spingono da tempo sull'authority americana Faa per rendere legale con regole precise il volo dei droni con un peso inferiore ai 55 pounds. Per ora i voli con i piccoli droni negli Usa sono stati approvati per le regioni più remote dell'Alaska.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi