Italia

Sul Sole 24 Ore: per Imu e Tasi parte la corsa ai pagamenti di…

verso il 16 dicembre

Sul Sole 24 Ore: per Imu e Tasi parte la corsa ai pagamenti di dicembre

Mentre il Parlamento discute delle nuove regole per le tasse sul mattone nel 2016, per i contribuenti arrivano le scadenze dei pagamenti 2015, con i saldi di Imu e Tasi da versare entro il 16 dicembre. Il principio è chiaro: tutto quello che la manovra sta mettendo in cantiere non vale per il saldo 2015, che dunque continua a interessare anche l'abitazione principale, i terreni agricoli e i macchinari delle imprese secondo le vecchie regole.

Lo stesso principio vale anche per il tentativo di sanatoria delle delibere ritardatarie che il Parlamento ha inserito nella versione della manovra approvata al Senato, e ora in discussione alla Camera: i contribuenti, quindi, dovranno guardare le aliquote approvate dai Comuni entro il 30 luglio scorso, termine ultimo per la chiusura dei bilanci preventivi locali per il 2016, e senza una delibera valida approvata entro quella data bisognerà fare riferimento alle decisioni dello scorso anno. In questo caso, se non è cambiato nulla nella proprietà, sarà sufficiente replicare a saldo quanto si è pagato in acconto, come sempre accade quando le delibere sono inalterate.

Diversa è la situazione se il Comune ha approvato entro il 30 luglio una delibera che cambia le aliquote, e che di conseguenza per esempio aumenta la Tasi sull'abitazione principale. In questi casi, occorrerà calcolare l'imposta complessiva in base alla nuova aliquota, e sottrarre quanto già versato a giugno. Per esempio, per un immobile da 100mila euro di valore catastale con aliquota che passa da 1,5 a 2 per mille senza detrazioni, bisognerà calcolare la nuova imposta (200 euro), sottrarre quanto versato a giugno (75 euro, cioè la metà dei 150 euro previsti in base alla vecchia aliquota) e pagare la differenza di 125 euro.

Come ogni anno, il Sole 24 Ore mette a disposizione dei lettori il calcolatore di Imu e Tasi, sviluppato dall'Anutel, che permette di verificare l'imposta da pagare e anche di stampare il modello di versamento. In aggiunta, viene offerto quest'anno il “cerca-aliquote” sviluppato da Bluenext, che consente di avere un quadro sintetico e chiaro delle aliquote approvate da ogni Comune per le diverse tipologie di immobili

© Riproduzione riservata