Italia

Art bonus: nel 2015 oltre 57 milioni di erogazioni da parte di 1.400…

cultura

Art bonus: nel 2015 oltre 57 milioni di erogazioni da parte di 1.400 mecenati. Franceschini: «Vera rivoluzione»

L’art bonus ha funzionato: dopo il primo anno di attuazione sperimentale, il 2015 si chiude con 57 milioni di euro di erogazioni liberali da parte di oltre 1.400 mecenati e 388 enti registrati sul portale. A fine gennaio, dopo la stabilizzazione del bonus con l’ultima legge di stabilità, le erogazioni sono salite a quota 62 milioni di euro, gli enti registrati 450 (di cui 250 Comuni) e i mecenati oltre 2mila. A tracciare il bilancio è stato il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, nel corso del convegno “Chiamata alle arti! Mecenatismo ed imprese, un investimento strategico”, organizzato da Arcus e Federmanager-Vises onlus in collaborazione con il Polo museale del Lazio-Mibact a Roma.

Franceschini: «È vera rivoluzione»
«Sono risultati in crescita costante che testimoniano una vera e propria rivoluzione culturale che sta coinvolgendo cittadini e imprese», ha commentato il ministro, soddisfatto per la stabilizzazione del bonus perché «la certezza in Italia è merce rara, la certezza sta muovendo l’interesse di molte imprese, finalmente anche grandi imprese. Il sistema ha risposto bene e aiuterà moltissimo la crescita in Italia di una cultura del mecenatismo, della filantropia».

La Lombardia , per la Scala, prima destinataria dei fondi
Il tasso di crescita dell’art bonus ha ritmi elevati, se si tiene conto che a inizio dicembre i mecenati erano circa un migliaio, arrivati il 14 gennaio a 1.450 e saliti ai 2.009 registrati nelle ultime ore. Degli oltre 2.000 mecenati, circa 1.300 sono persone fisiche, dunque privati cittadini. Per quanto riguarda le regioni di destinazione dei fondi, in testa c’è la Lombardia, con oltre 22 milioni di euro, arrivati in larga parte per la Scala, seguita dal Veneto, l’Emilia Romagna, la Toscana e il Lazio. Grazie alle erogazioni raccolte finora, sono stati finanziati circa 500 interventi, gran parte di restauro, e di questi sono 400 le iniziative già cantierate.

© Riproduzione riservata