Italia

Berlusconi: ho sentito Salvini, tutto a posto su Bertolaso. Ma il…

caos centrodestra a ROMA

Berlusconi: ho sentito Salvini, tutto a posto su Bertolaso. Ma il leader della Lega: non è il mio candidato

Ansa
Ansa

Difende la candidatura di Guido Bertolaso «sarà un grande sindaco» e chiude ad ogni ipotesi di primarie a Roma per il centrodestra. Silvio Berlusconi blinda il candidato traballante che aveva incoronato da un centrodestra sempre più nel caos dopo il dietrofront della Lega. «Ho sentito Salvini questa mattina: è tutto a posto, va bene così» ha assicurato Berlusconi ai cronisti che gli domandano se sulla candidatura di Bertolaso ci sia l'assenso del leader della Lega. «Bertolaso - ha aggiunto - non è un candidato a perdere: non penso - ha concluso - che i romani siano persone che non capiscono». A stretto giro arriva la smentita del leader della Lega: «Matteo Salvini e Noi con Salvini non hanno alcun candidato fino a quando non si esprimeranno i romani ai gazebo del 19 e del 20 marzo», informa una nota del Carroccio. «Se sceglieranno Bertolaso bene, se no seguiremo altre vie», rimarca lo stesso Matteo Salvini. «Bertolaso - ribadisce il segretario federale della Lega - non e' il mio candidato, a meno che non me lo impongano i cittadini ai gazebo».

«Ho sempre detto che non credo alle primarie» aveva ripetuto Berlusconi ai giornalisti che lo accoglievano davanti all’Hotel Ergife di Roma dove ha partecipato da una manifestazione organizzata da Antonio Tajani, vicepresidente del Ppe a sostegno di Bertolaso.

Il 19-20 marzo gazebo per sostegno Bertolaso
La campagna per le amministrative di Roma partirà il 19-20 marzo “in pompa magna” ha poi assicurato Berlusconi con l'apertura di gazebo nella capitale per sostenere il candidato Guido Bertolaso. «Chiameremo i cittadini romani a dare il loro parere su Bertolaso e glielo domanderemo nei gazebo dove gli chiederemo anche quali sono le cose che li preoccupano e i piccoli interventi che secondo loro dovrebbero essere fatti nei primi cento giorni della futura amministrazione». Per piccoli interventi, ha spiegato Berlusconi, «intendiamo dove, ad esempio, mettere delle nuove panchine o come sistemare il verde pubblico che a Roma è abbandonato ad un'incuria totale». Per l'apertura della campagna a Roma «io sarò presente con Bertolaso e Tajani per dire tutti insieme che sosteniamo il nostro candidato».

Ai gazebo precisa Berlusconi «non ci saranno altri nomi, solo quello di Bertolaso» ha precisato Silvio Berlusconi.«Ho parlato in maniera chiara stamattina con Salvini», ha aggiunto il leader FI. Quello di fine mese sarà, ha sottolineato, «un passaggio popolare in cui presenteremo il programma: Bertolaso saraà sceltissimo dai romani».

Ad accompagnarlo Francesca Pascale, il tesoriere unico di Fi Maria Rosaria Rossi e la responsabile comunicazione del partito Debora Bergamini. Assediato da giornalisti e tv, come ai vecchi tempi, Berlusconi ha bocciato l'ipotesi di primarie a Roma. «Bertolaso sarà il sindaco di Roma» ha detto invita la platea ad inneggiare per il candidato del centrodestra. «Imparate a dire Guido Guido e non Silvio Silvio. Ma non esagerate perché altrimenti divento geloso».

Elezioni politiche tra un anno, vinceremo
«Queste amministrative devono servire per prepararci alle elezioni generali che ci saranno tra un anno» ha annunciato: «Vinceremo le elezioni con una maggioranza che ci consentirà di governare da soli il Paese» ha detto Berlusconi. Che sul referendum sulle riforme istituzionali rilancia: «Vinceremo il referendum, che Renzi maldestramente ha addossato a se stesso. La nostra posizione è chiara: noi diciamo no questa riforma costituzionale».

Sciogliamo Camere e andiamo a votare

Sul Governo ha aggiunto: «Siamo qui per chiedere lo scioglimento delle Camere perché siamo in una democrazia sospesa, con un governo illegittimo, abusivo, che è lì contro il volere del popolo. Chiediamo lo scioglimento delle Camere e il voto». Parlando poi della Libia ha detto «no ai bombardamenti». Spero che il governo Renzi non commetta l'errore di intervenire, spero che ci sia un filo di saggezza» ha aggiunto il leader di Forza Italia.

© Riproduzione riservata