Lifestyle

Dossier Euro 2016, amichevoli: basta Pellè, l'Italia batte 1-0…

Dossier | N. 34 articoliEuropei di calcio Francia 2016

Euro 2016, amichevoli: basta Pellè, l'Italia batte 1-0 la Scozia

  • –a cura di Datasport

E alla fine decide Pellè: grazie al gol realizzato dall'attaccante del Southampton l'Italia supera 1-0 la Scozia nel penultimo test amichevole prima di Euro 2016. Prestazione sufficiente degli azzurri che, senza incantare, offrono una prova discreta, ordinata in fase difensiva e a corrente alternata in quella offensiva: Eder appare lontano parente da quello ad inizio stagione, gli spunti arrivano da Giaccherini e Candreva. Bene anche De Rossi, bravo a dissipare i dubbi sulle sue condizioni fisiche.

A Malta, l'Italia non spazza via le incertezze legate al gioco, a cui manca ancora il salto di qualità: Conte si affida ai suoi titolari, ossia Pellè, Eder, Giaccherini, Candreva e al poker difensivo della Juventus. Le risposte migliori arrivano da Candreva, dall'esterno del Bologna e dal recuperato De Rossi: gli azzurri prendono subito il campo, rendendosi pericolosi con il tuttofare della Lazio. È sulla fasce che si sviluppa il gioco di Conte, ma la concretezza è ancora un miraggio lontano. Di contro Buffon passa un primo tempo da spettatore, praticamente mai impegnato, a differenza del collega Marshall, bravo a salvare in due occasioni.

Nella ripresa non bisogna attendere molto per il gol che sblocca il match: al 57' filtrante di De Rossi arpionato da Eder che poi appoggia per Pellè, gran destro a girare dal limite del pivot azzurro, bravo a firmare l'1-0. Corsi e ricorsi: il primo gol di Pellè in Nazionale è datato 13 ottobre 2014, nel match di qualificazione a Euro 2016 vinto 1-0 con Malta. Giocato dove? Proprio a Ta'Qali. Dopo il vantaggio il ct cambia le carte in tavola: entrano Insigne, Bernardeschi e Parolo per Eder, Darmian e Candreva, seguiti da Jorginho e Zaza per De Rossi e Pellè. Ed ecco la Scozia: un bolide di Ritchie si spegne sull'esterno della rete. Il match va in archivio senza ulteriori sussulti: pochi minuti per Bonaventura, non c'è spazio per El Shaarawy. Saranno indicazioni?