Domenica

Carla Fracci compie 80 anni. Franceschini: «Stella di tutti i…

Danza

Carla Fracci compie 80 anni. Franceschini: «Stella di tutti i tempi»

«Non amo i festeggiamenti e tanto meno i compleanni. Aspetto quello di mio marito Beppe Menegatti per brindare insieme». Compie 0ggi 80 anni Carla Fracci, stella della danza, étoile internazionale che ha attraversato un’epoca, amando e divulgando la danza nel mondo. Per lei una giornata in famiglia, nella casa di Firenze, accanto al figlio architetto, Francesco, alla nuora e ai nipoti Giovanni e Ariel. «Il regalo a mia moglie per i suoi 80 anni? Lo stesso, che si fa da anni. La sbarra quotidiana che l’accompagna, ogni mattina, da oltre 60 anni», ha detto il marito Beppe Menegatti, che ha firmato per la moglie indimenticabili spettacoli. Nella sua fantastica carriera, accanto a tantissime soddisfazioni, ci sono stati un po' di rimpianti, confessa: per esempio la mancata direzione della compagnia del balletto alla Scala.

Ha ballato con i più grandi interpreti del 900
Nata a Milano il 20 agosto del 1936, è diventata danzatrice solista venti anni dopo, nel 1956, calcando tuttora le scene con la sua classe e il suo intramontabile carisma. Gli inizi nella scuola di ballo del Teatro alla Scala, nel 1949, quando, dice, una bambina non particolarmente dotata. «È tanto magrolina... però ha un bel faccin», le disse una delle sue insegnanti. Si diploma nel 1954 e quattro anni dopo viene nominata prima ballerina. Una carriera inizialmente tutta in salita per la figlia di un tramviere milanese, che nei giorni di festa andava a ballare con i suoi genitori il liscio al laghetto Redecesio, nel dopolavoro dell’azienda tramviaria.

Una stella della danza
Poi diventa una stella e danza con tutti i più grandi interpreti del 900: Rudolf Nureyev, Vladimir Vassiliev, Eric Bruhn, Mikhail Baryshnikov, Alexander Godunov, un giovanissimo Roberto Bolle. Tra i suoi cavalli di battaglia “Romeo e Giulietta”, firmata per lei da Cranko, che le valse al suo debutto in laguna i complimenti di Cocteau, che al termine della rappresentazione all’isola di San Giorgio si avvicinerà complimentandosi con “Giulietta” con queste parole: “Merci mademoiselle...l’anima di Giulietta è ora nelle vostra braccia e nel vostro cuore». Tra il pubblico anche il poeta Montale, che più tardi le dedicherà la poesia “La danzatrice stanca”. «Non volevo che il mio lavoro fosse solo relegato a una piccola élite, o solo al pubblico dei grandi teatri - ha spesso ricordato - Ed anche quando ero in tournée nei maggiori teatri sono sempre ritornata, caparbiamente, in Italia'». E chi le chiede se mai abbia sacrificato qualcosa della sua vita di donna, Carla Fracci ha sempre risposto con le parole dell’amica Rita Levi Montalcini: «L’errore più grosso della vita è andare in pensione».

Raffica di auguri
Tra i primi a farle gli auguri, questa mattina, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nel 2003 era stato un suo predecessore, Carlo Azeglio Ciampi, a insignire la Fracci del titolo di Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. «Tanti auguri a Carla Fracci: 80 anni di bellezza, eleganza, forza e stile. Una stella che brilla di luce propria», ha scritto su Twitter il presidente del Senato, Pietro Grasso. «Oggi Carla Fracci compie 80 anni. Stella di tutti i tempi, maestra di intere generazioni. Auguri a una ragazza piena di entusiasmo e progetti», ha scritto sul suo profilo Twitter, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

© Riproduzione riservata