Italia

Terremoto: assessori regionali all’agricoltura pronti a iniziative…

domani inizia lo smantellamento delle tendopoli

Terremoto: assessori regionali all’agricoltura pronti a iniziative comuni

Domani iniziamo le operazioni di smantellamento delle tendopoli delle zone colpite dal terremoto del 24 agosto, in vista dell’arrivo dell’inverno, per consentire la costruzione delle casette di legno. Intanto proseguono le verifiche di agibilità sugli edifici pubblici e privati nelle zone colpite dal terremoto lo scorso 24 agosto. Oggi sono state 163 le squadre di tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell'emergenza sismica) e di esperti impegnate nelle verifiche di agibilità post-sismica. In campo anche 68 tecnici a supporto dei Comuni per la gestione delle richieste di sopralluogo. La protezione civile ha reso noto che sono 3.027 le persone attualmente assistite nei campi e nelle strutture allestite o in alberghi.

Domani conferenza stampa Renzi-Errani
È annunciata per domani la conferenza stampa del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a Palazzo Chigi. Con lui il Commissario straordinario di Governo per la ricostruzione nelle aree colpite dal terremoto del 24 agosto, Vasco Errani.

Assessori regionali all’agricoltura pr0nti a iniziative comuni
Intanto gli assessori all’Agricoltura delle regioni italiane fanno rete per aiutare agricoltori e allevatori delle zone colpite dal terremoto. Ospitalità e stage di formazione in aziende agricole di eccellenza saranno messe a punto nelle prossime settimane dal coordinamento degli assessori all’Agricoltura delle Regioni italiane che si è riunito oggi a Torino in occasione dell’inaugurazione del Salone del gusto.

Nuovo crollo ad Amatrice
Un nuovo crollo è stato registrato nella tarda serata di ieri nel territorio di Amatrice. Nella frazione di Preta è collassata una grossa porzione di una casa già danneggiata pesantemente dal terremoto del 24 agosto. Il crollo, con tutta probabilità, è stato provocato dalle infiltrazioni d’acqua accumulata nei giorni scorsi, infiltrazioni che hanno ulteriormente appesantito e indebolito la struttura, resa precaria dal sisma.

Iniziative di solidarietà: a fine mese la visita di papa Francesco
Intanto si moltiplicano le iniziative di solidarietà in favore delle zone colpite dal sisma del 24 agosto. Papa Francesco porterà personalmente ai terremotati a fine mese l’offerta in busta chiusa raccolta tra i consiglieri nazionali dell'Ordine dei Giornalisti in occasione dell'udienza loro concessa nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico. I macellai toscani hanno scelto Arezzo per organizzare una grande cena di beneficenza a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. L'appuntamento, organizzato da Federcarni Toscana, con la collaborazione di Confcommercio Toscana e il patrocinio del Comune di Arezzo, è per domenica 25 settembre dalle ore 18. A fare da scenografia alla serata sarà la parte alta del centro storico, compresa tra la Fortezza medicea e il Duomo.

Franceschini: procede l’opera di recupero del patrimonio ecclesiastico
Intanto continuano i recuperi di tele, pale d’altare, arredi, dalle chiese delle zone terremotate. «Prosegue l’opera di recupero del patrimonio culturale ecclesiastico nelle aree del sisma condotto con grande professionalità, esperienza e capacità dai tecnici del Ministero», ha sottolineato il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, ringraziando il personale dei vigili del fuoco, della protezione civile e del Comando Tutela Patrimonio Culturale «per la preziosa collaborazione che prestano a questa importante attività».

'Amatriciana solidale' con Gassman e Mastandrea

Le opere salvate portate a Cittaducale
Le squadre sono intervenute in due frazioni di Amatrice: a Rocchetta è stata salvata la campana di bronzo della chiesa di Madonna del Monte, mentre dalle macerie della chiesa di Sant'Emidio a Poggio Vitellino sono stati estratti arredi e paramenti liturgici, tra cui un dipinto su tela con cornice e predellino raffigurante una “Madonna Immacolata” firmata Enrico Scifoni, diverse tele di grandi dimensioni e tre reliquiari. Le opere sono state portate al deposito allestito a Cittaducale nella Scuola del Corpo Forestale dello Stato. Insieme ai tecnici dell'Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario sono invece stati recuperati e ricoverati nell’Archivio di Stato di Rieti gli archivi parrocchiali della chiesa di Sant'Agostino a Amatrice, che conservava anche quelli delle parrocchie di San Martino e di San Lorenzo a Flaviano.

© Riproduzione riservata