Domenica

Dossier Da Tom Hanks a Meryl Streep, i protagonisti degli “Incontri…

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 24 articoliFesta del Cinema di Roma

Da Tom Hanks a Meryl Streep, i protagonisti degli “Incontri ravvicinati”

Tom Hanks
Tom Hanks

Star del cinema come Tom Hanks e Meryl Streep, celebri registi come Oliver Stone e Bernardo Bertolucci, fino allo scrittore e sceneggiatore americano Don De Lillo. Spazio anche alla musica con gli incontri con Jovanotti, Paolo Conte, Renzo Arbore. Sono alcuni dei protagonisti degli “Incontri ravvicinati” con il pubblico, organizzati nell’ambito della Festa del cinema di Roma, dal 13 al 23 ottobre all’Auditorium Parco della musica di Roma. E alla Festa del cinema si parlerà anche di architettura, grazie all’ incontro con Daniel Libeskind. Sarà invece ricordato con la proiezione del suo ultimo film Afterimageil regista polacco Andrzej Wajda, scomparso all’età di 90 anni a Varsavia. Ecco nel dettaglio gli appuntamenti.

Tom Hanks - Sala Sinopoli, giovedì 13 ottobre ore 17,30
Apre la carrellata degli incontri Tom Hanks, che verrà insignito alla Festa del cinema di Roma del Premio alla carriera. Una carriera piena di successi e di grandi interpretazioni. Hanks è infatti uno dei pochi attori ad aver vinto due Oscar al miglior attore, nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump. L’appuntamento con il pubblico è fissato giovedì 13, alle 17,30, nella sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della musica di Roma. Verranno mostrate alcune sequenze dei suoi film preferiti.

Oliver Stone - Sala Petrassi, venerdì 14 ottobre alle 17,30
Il giorno dopo, venerdì 14, alle 17,30, nella sala Petrassi, sarà la volta di Oliver Stone, regista americano che ha vinto per due volte l’Oscar al miglior regista per Platoon e Nato il quattro luglio e una volta l’Oscar alla migliore sceneggiatura non originale per Fuga di mezzanotte. «Ha fatto del potere e della critica alla società americana la summa del suo cinema, scegliendo per i suoi film storie scomode e di denuncia», si legge nel programma della Festa del cinema. Stone, che alla Festa è presente in Selezione ufficiale con il suo ultimo film Snowden, durante l'incontro parlerà di politica americana.

Via dal 13 ottobre alla Festa del Cinema di Roma

Bernardo Bertolucci - Sala Petrassi, sabato 15 ottobre alle 18
Bernardo Bertolucci sarà di scena alla Festa sabato 15 ottobre alle 18, nella sala Petrassi. Il celebre regista, nato a Parma nel 1941, ha diretto film di successo come Ultimo tango a Parigi, Novecento e L’ultimo imperatore, che gli valse l’Oscar al miglior regista e alla migliore sceneggiatura non originale. Nel 2007 gli è stato conferito il Leone d’oro alla carriera alla 64ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e nel 2011 la Palma d’oro onoraria al 64º festival di Cannes. La Festa del cinema lo presenta come «una delle voci più importanti del cinema contemporaneo».

Jovanotti - Sala Sinopoli, domenica 16 ottobre ore 17,30
Spazio anche alla musica. Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, sarà protagonista di un incontro con il pubblico dal titolo “Le immagini, la musica e le parole” durante il quale commenterà alcune sequenze di film che hanno segnato la sua vita e la sua carriera di artista pop. L’appuntamento con il pubblico è per domenica 16 ottobre, alle 17,30, in Sala Sinopoli. Cinematograficamente parlando Jovanotti è c omparso nel film di Mario Monicelli, Parenti serpenti, in una scena in cui la famiglia è a tavola e in televisione si vede il video del singolo Muoviti muoviti, nel film Jolly Blu come presidente della casa discografica presso cui fa un provino Max Pezzali, nel film I giardini dell'Eden, nel ruolo di un discepolo degli Esseni.

Viggo Mortensen - Sala Petrassi, lunedì 17 ottobre alle 18
In Italia è molto noto per il ruolo di Aragorn nella trilogia de Il Signore degli Anelli diretta da Peter Jackson. L’appuntamento con il faccia a faccia con Viggo Mortensen è fissato per lunedì 17 ottobre alle 18, nella sala Petrassi. Mortensen ha infatti iniziato la sua carriera di attore con Witness - Il testimone di Peter Weir, ma la sua consacrazione è arrivata grazie alla trilogia de Il Signore degli anelli.
Alla Festa è presente il film di cui è protagonista Captain Fantastic di Matt Ross.

Gilbert & George - Maxxi, lunedì 17 ottobre alle19,30
«Ogni nostra opera d’arte è una lettera d’amore visiva da noi a voi ». Gilbert & George, all’anagrafe Gilbert Prousch e George Passmore, celebre duo di artisti contemporanei, incontreranno il pubblico al Maxxi (via Guido Reni 4/a). Il dissacrante duo di artisti contemporanei presenterà un documentario del 1981 dal titolo The World of Gilbert & George. Gilbert Prousch è italianissimo, nato a San Martino in Badia, sulle Dolomiti, mentre George Passmore è un inglese originario di Plymouth.

David Mamet - Sala Petrassi, martedì 18 ottobre ore 18
Appuntamento in sala Petrassi, martedì 18 ottobre alle 18 con Davide Mamet, autore teatrale, sceneggiatore, regista e produttore. «Nei primi anni ’80 - sottolineano alla Festa - si avvicina al cinema scrivendo le sceneggiature di film come Il postino suona sempre due volte e Gli intoccabili». Tra i suoi film da regista, House of Games e Redbelt. Nato a Chicago, è stato nominato due volte agli Oscar: nel 1983, per la sceneggiatura de Il verdetto e nel 1998, per la sceneggiatura di Sesso & potere.

Roberto Benigni - Sala Sinopoli, mercoledì 19 ottobre ore 19,30
Attore, comico, regista, sceneggiatore, personaggio di spettacolo a tutto tondo. Il pubblico della Festa dek cinema di Roma potrà incontrare Roberto Benigni in sala Sinopoli, mercoledì 19 ottobre ore 19,30. «Il suo modo di fare arte - dicono alla festa del cinema - incarna perfettamente quello spirito popolare e clownesco che unisce l'esuberanza del giullare alle capacità attoriali dei più grandi comici dello spettacolo». Benigni ha vinto un premio Oscar come miglior attore per la sua interpretazione nel film La vita è bella ed è stato candidato al Premio Nobel per la letteratura 2007 per l'impegno profuso in favore della diffusione della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Meryl Streep - Sala Sinopoli, giovedì 20 ottobre ore 17,30
Unica attrice al mondo a essere candidata per 19 premi Oscar, Meryl Streep sarà di nuovo ospite alla Festa del cinema di Roma per un incontro ravvicinato con il pubblico. Ha vinto l’Oscar come migliore attrice non protagonista per Kramer contro Kramer (1979), migliore attrice protagonista per La scelta di Sophie (1982) e per The Iron Lady (2011). Al suo attivo in quarant'anni di carriera ha una cinquantina di film, dai quali traspare tutto il suo talento. La signora del cinema, che da ragazza voleva fare la soprano, parlerà con il pubblico delle grandi attrici italiane che l’hanno influenzata, Silvana Mangano e Anna Magnani su tutte.

Daniel Libeskind - Teatro Studio Borgna, venerdì 21 ottobre ore 17
Non solo cinema per gli incontri ravvicinati all’Auditorium Parco della musica, ma anche arhitettura. Al Teatro Studio Borgna, venerdì 21 ottobre ore 17, l’appuntamento è con Daniel Libeskind, il celebre architetto decostruttivista che nel 2003 si è aggiudicato il progetto per la ricostruzione del World Trade Center di New York. « Per lui - sottolineano alla Festa del cinema - il segreto della creatività va ricercato in una mente aperta a ogni tipo di illuminazioni». Nell’incontro Libeskind discuterà del rapporto tra la settima arte e l’architettura e del suo amore per il cinema di Paolo Sorrentino.

Paolo Conte - Sala Petrassi, venerdì 21 ottobre ore 18
Cinema e musica, un incontro magico. L’incontro con Paolo Conte - cantante, avvocato, pittore e autore di colonne sonore per il cinema - è fissato per venerdì 21 ottobre alla 18, in sala Petrassi. Conte incontra il pubblico per parlare del rapporto stretto fra musica e cinema. Vincenzo Cerami lo ha definito «una delle più importanti voci poetiche del nostro tempo». Ha composto musiche per Tu mi turbi, la prima regia di Roberto Benigni, per due film di Lina Wertmüller Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada e Sotto.. sotto.. strapazzato da anomala passione, e per il film di Enzo D’Alò, La freccia azzurra.

Renzo Arbore - Sala Sinopoli, sabato 22 ottobre alle 16
Anche la settima arte è stata terreno di sperimentazione per Renzo Arbore, che ha firmato la sua prima regia nel 1980 con Il Pap’occhio, nel quale ha portato tutti i suoi personaggi televisivi, da Roberto Benigni a Diego Abatantuono e Luciano De Crescenzo. La sua seconda regia è del 1983, con “FF.SS.” - Cioè: “...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?”. Personalità eclettica nel panorama culturale italiano, «ha rivoluzionato il linguaggio radiofonico». Da Alto gradimento a Quelli della notte, fino a Indietro tutta, ha rivoluzionato il modo di fare televisione.

Don DeLillo - Sala Petrassi, sabato 22 ottobre ore 17
Scrittore, saggista, drammaturgo e scemeggiatore statunitense, Don DeLillo, cresciuto nel Bronxs, è considerato una figura centrale nella narrativa postmoderna americana. Con Cronenberg è riuscito a trasformare in film uno dei suoi romanzi, considerato infilmabile: Cosmopolis. DeLillo, nell’incontro con il pubblico di sabato 22 ottobre alle 17, parlerà del rapporto fra cinema e letteratura e della sua passione per Antonioni.

Andrzej Wajda sarà ricordato con la sua ultima opera
Andrzej Wajda, il regista e sceneggiatore polacco che si è spento in un ospedale di Varsavia il 10 ottobre, considerato uno dei principali esponenti della scuola polacca di cinema, avrebbe dovuto incontrare il pubblico della Festa del cinema di Roma sabato 15 ottobre, alle 17, nella sala studio Borgna. Vincitore della Palma d’oro al Festival del cinema di Cannes nel 1981 con il film L'uomo di ferro , Wajda è stato 4 volte candidato all’Oscar come miglior film straniero. La Festa del cinema, nell’esprimere il suo cordoglio, lo ricorderà con la proiezione dell’anteprima europea della sua ultima opera, Powidoki (Afterimage), che sarà proiettata venerdì 14 alle ore 19 presso il Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica, in replica il giorno successivo alle ore 15 (sempre al Teatro Studio) e alle ore 20 al Farnese Persol. L’Istituto Polacco di Roma, poi, organizza presso la propria sede in via V. Colonna 1, la proiezione di L'uomo di marmo di Andrzej Wajda, il 17 ottobre alle 19,45.

© Riproduzione riservata