Lifestyle

L’Inter lo sanziona, Icardi si scusa: «Via dalla biografia…

il bomber resta capitano

L’Inter lo sanziona, Icardi si scusa: «Via dalla biografia le offese ai tifosi»

Foto Ap
Foto Ap

Il bomber dell'Inter Mauro Icardi non perde la fascia di capitano ma la sua biografia sara' epurata dalle pagine 'incriminate'. Il giocatore dovra' pagare
anche una multa: sono le decisioni - come si legge in un comunicato - prese dalla societa' nerazzurra al termine di un summit svoltosi questa mattina ad Appiano Gentile. All’incontro erano presenti il giocatore, l'allenatore De Boer e i dirigenti Gardini, Ausilio e Zanetti, che avevano avuto parole dure per il centravanti nerazzurro. Al centro della contesa, alcuni passaggi della biografia del centravanti nerazzurro, in cui viene descritto uno scontro con i tifosi al termine di Sassuolo-Inter del 1 febbraio 2015, con frasi che hanno fatto arrabbiare i supporter nerazzurri, che ieri allo stadio hanno duramente contestato Icardi.

«Mi scuso e mi impegnero' perche' queste pagine non ci siano piu' - ha detto il calciatore argentino - in modo che nessuno possa sentirsi offeso, tradito e minacciato. Ho parlato con la societa' e abbiamo chiuso questa brutta parentesi e tutti insieme abbiamo un solo obiettivo: il bene dell'Inter».

«Tutto nasce da una pagina del mio libro, che probabilmente e' stata buttata giu' troppo d'istinto - ha spiegato Icardi -. Una pagina dove alcuni toni sono inappropriati e sono davvero dispiaciuto che ci siano andati di mezzo proprio i tifosi dell'Inter»: lo dice Mauro Icardi, come si legge in una nota della societa' che conferma la fascia di capitano al giocatore. «In futuro - aggiunge l'attaccante che eliminera' le parti controverse dalla sua biografia - cerchero' di essere molto piu'
attento, cosa che il mio ruolo nella squadra impone».

© Riproduzione riservata