Italia

Olimpiadi 2024, Malagò: «Già spesi 13 milioni di euro…

a mix 24 di radio 24

Olimpiadi 2024, Malagò: «Già spesi 13 milioni di euro per la candidatura. Ora il Cio diffidente»

Quanti soldi già spesi per la candidatura di Roma alle Olimpiadi? «Abbiamo speso circa 13 milioni di euro». Lo ha detto Giovanni Malagò, presidente del Coni, intervistato a Mix24 su Radio 24 . Il presidente ha spiegato che «il processo si è interrotto da questa settimana da quando abbiamo formalmente messo in liquidazione il comitato». Incalzato da Giovanni Minoli che chiedeva se si tratta di spese non recuperabili, il presidente del Coni ha risposto: «Sono spese per la candidatura, sì certo».

Compromesse le future candidature italiane
Per Giovanni Malagò sono copromesse anche future candidature italiane: «Sì. Perché il Comitato Olimpico Internazionale oramai è diventato diffidente nei confronti della politica italiana e soprattutto di chi ha cambiato idea. Perché una cosa che è doveroso dirla: non è che noi siamo partiti ascoltando un parere negativo, noi avevamo tutte le carte in regola e ci hanno detto cominciate la corsa, poi a dieci mesi dall'arrivo, quindi al 30esimo kilometro della maratona ci hanno detto fermate questa corsa perché sono cambiate le regole».

Il comune che ospita le olimpiadi non paga niente
Malagò ha sottolineato che il comune che ospita le olimpiadi «non deve pagare niente nel modo più assoluto, deve dare la sua disponibilità a supportare la candidatura. Per essere credibili e forti bisognava avere tre cose: un governo che era d'accordo e che garantiva gli impegni finanziari e sosteneva la candidatura, un comune ovviamente disponibile a sostenerla e un comitato olimpico che se ne facesse carico che è l'interlocutore col Cio».

Raggi dice falsità
Sul sindaco Raggi che sostiene che si stiano ancora pagando i debiti delle Olimpiadi di Roma del '60, il presidente del Coni Giovanni Malagò, ha dichiarato che la «Raggi dice una cosa «non vera perché in quel miliardo di debito, ci sono tutti i debiti commerciali del comune sugli espropri e altre situazioni, affitti non pagati non c'entrano niente le olimpiadi».

Con le Olimpiadi era previsto il recupero della Vela di Calatrava
Poi la Vela di Calatrava. Lo scheletro disegnato da Calatrava «è una delle pietre dello scandalo: con le Olimpiadi, avevamo previsto con gli investimenti del Cio, 1 miliardo e 700 milioni di dollari, di recuperare un'opera incompiuta. Purtroppo non so adesso quali alternative di progetti ci sono. Ho sentito parlare di una Città della scienza».

Stadio: ogni società deve averlo
A Roma serve lo stadio? «Penso che ogni società sportiva debba avere un suo stadio». Come la Juve? «Come la Juve. Fatta questa premessa, con le motivazioni che sono state date per la bocciatura della candidatura delle Olimpiadi: No al cemento, No alle speculazioni, No al mattone che in realtà noi non costruivamo nulla, credo che .... onestamente qualche contraddizione su questo ci potrà essere».

© Riproduzione riservata