Italia

Ict per la salute, con Meet in Italy oltre 2mila incontri tra startup e…

fino a venerdì a roma

Ict per la salute, con Meet in Italy oltre 2mila incontri tra startup e investitori

Una sonda laparoscopica hi-tech che consente di rimuovere linfonodi metastatici con una chirurgia mininvasiva, nuove tecnologie applicate al sequenziamento di RNA e mRNA e biomarkers di ultima generazione, ma anche un'innovativo sistema 3D che crea gessi più leggeri e traspiranti, che permettono al paziente di muoversi più agilmente durante la riabilitazione. Sono alcune delle innovative tecnologie messe a punto da startup e imprese del Lazio che da oggi e fino a venerdì a Roma avranno l'opportunità di incontrare investitori italiani e stranieri nel corso di Meet in Italy 2016 for Life Sciences 2016, l'evento di business e networking sull'economia della salute promosso dalla Regione Lazio tramite Lazio Innova.

L'iniziativa
La manifestazione, che punta a favorire l'incontro tra innovazione, ricerca e produzione, è realizzata dalla Regione Lazio nell'ambito del programma regionale per l'Internazionalizzazione, in collaborazione con gli attori della galassia dove si sviluppano ricerca, hi-tech e business delle scienze della vita, tra i quali Unindustria, Bic Lazio Spa, Assomedica e i più innovativi cluster regionali di ricerca.

Oltre 2mila incontri programmati
Sono più di 2mila, il 30% in più dell'edizione 2015, gli incontri "faccia a faccia" tra imprese e investitori pianificati per l'evento, che ospiterà investitori provenienti nel 60% dei casi da paesi stranieri, Cina compresa. E sono oltre 400 gli iscritti ai "b2b" tra cui 100 startup provenienti da 30 paesi. Stasera si svolgerà la prima sessione di "pitch" di fronte a una platea di investitori e corporate provenienti principalmente da Cina, Canada, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Russia, Svezia, Svizzera e Stati Uniti.

Un tweet di Lazio Innova che racconta la giornata di oggi

Gli eventi di formazione
Accanto agli incontri b2b, nel corso della manifestazione si tengono anche sessioni di formazione specialistica dedicate alle startup dei settori Pharma (50% sul totale dei settori partecipanti), E-Health (30%) e Medical Device (10%) con alcuni tra i mentor più noti nel panorama dell'innovazione, tra i quali Roberto Ascione (Healthware International), Salvatore Majorana (Istituto Italiano di Tecnologia), Mario Caria (Sofimac Partner), Andrea Contri (Startup Initiative), Francesco De Seta (Medtronic), Milena Leone (Sanofi).
Tutti gli aggiornamenti sulla manifestazione in diretta su https://www.facebook.com/lazioinnova/?fref=ts

© Riproduzione riservata