Italia

A Milano la start up che consegna i farmaci a casa (con la bici)

Pharmap premiata da axa e mps

A Milano la start up che consegna i farmaci a casa (con la bici)

La squadra al completo della start up siciliana “Pharmap”  attiva  a Milano
La squadra al completo della start up siciliana “Pharmap” attiva a Milano

Quattro soci fondatori giovanissimi, tutti di Palermo. Una dozzina di collaboratori, molti under 25. E una decina di addetti alle consegne muniti di bicicletta. È la squadra di Pharmap, start up siciliana che ha creato la prima piattaforma italiana che permette di ricevere a domicilio i prodotti in vendita nelle farmacie. Una mission che ha fruttato a questa nuova realtà il premio di Axa Italia e Banca Mps (South for Tomorrow) rivolto agli innovatori del Sud Italia.

«Nel settembre 2015 è nata 4K srls, società a cui fa capo Pharmap - racconta Giulio Lo Nardo, 25 anni, uno dei fondatori -. Dopo circa un anno, a ottobre 2016 questa realtà è approdata sul mercato milanese. Oggi 25 farmacie fanno parte del circuito, ogni giorno riceviano una trentina di ordini. Oltre al riconoscimento di Axa e Mps, che speriamo possano integrare il nostro servizio nella loro offerta, riscuotiamo apprezzamenti da diverse realtà del mondo farmaceutico». «Adesso siamo pronti a partire anche a Roma, Palermo, Cagliari, Sassari, Genova, Torino. L’obiettivo è un lancio in contemporanea entro il prossimo giugno».

Come è nata l’idea di questa start up?
«Tutto nasce dalla volontà di fornire un servizio sociale - racconta Lo Nardo - basato sulla digitalizzazione del mondo farmaceutico, estendendo il concetto di farmacia a entità virtuale a disposizione di chiunque sia immpossibilitato per vari motivi a recarsi fisicamente nei negozi. Innanzitutto i disabili, ma anche gli anziani, le mamme costrette a casa con i bambini malati o le persone troppo impegnate durante l’orario di lavoro».

«Da qui l’idea di creare un sito (con relativa app scaricabile sugli store Apple e Android) e un numero verde che consentisse di interfacciarsi con una rete di farmacie presenti nelle varie zone di Milano».

Come funziona il servizio?
«È molto semplice. Una persona che ha bisogno di un farmaco o altro prodotto presente in farmacia, dal biberon agli alimenti dietetici, si localizza con la app, indicando il suo indirizzo, e può consultare virtualmente le farmacie della sua zona. Quindi si selezionano i prodotti richiesti e si attende la consegna a domicilio entro un massimo di 45 minuti. I medicinali vengono portati a casa dai fattorini, in bicicletta. Il servizio funziona sia per i farmaci prescrivibili con ricetta rossa (che deve essere fotografata e spedita online) sia per tutti i prodotti da banco. Il costo? 2.99 euro per i farmaci da banco, 5.99 per quelli con ricetta».

Cosa vi ha spinto, come soci fondatori, a tentare quest’impresa?
«Abbiamo 25-26 anni e alle spalle un background di studi economici e commerciali. Dopo, abbiamo fatto esperienze e master all’estero e alla fine, io e Giuseppe Mineo, Fausto Sciabica, Davide Mariolo ci siamo ritrovati di nuovo in Sicilia. Con la stessa voglia di metterci in gioco. Così abbiamo lasciato da parte la mitologia del posto fisso e ci siamo dedicati con entusiamo a questo progetto. Siamo soddisfatti, le farmacie rispondono bene, abbiamo un buon riscontro anche sui social».


© Riproduzione riservata