Italia

7/10 FISCO / Meno imposte sui redditi ma resta il peso dell'evasione

    A che punto siamo e che cosa manca

    Passi avanti sulla Pa, riforme da completare sulla giustizia, il ritardo piu evidente resta quello sulla concorrenza

    7/10 FISCO / Meno imposte sui redditi ma resta il peso dell'evasione

    A CHE PUNTO SIAMO
    Il cammino intrapreso negli ultimi anni è stato indirizzato a ridurre il peso della pressione fiscale sui fattori della produzione: imprese e lavoratori. Dall'anno d'imposta 2017, poi, è scattata la riduzione dell'Ires (l'imposta sui redditi societari) dal 27,5% al 24% e con l'ultima legge di bilancio è stata introdotta l'Iri, ossia un'imposta proporzionale (allineata all'Ires) finalizzata a premiare chi lascia gli utili in azienda. Oltre all'elevata pressione, le due principali zavorre del sistema fiscale italiano sono l'evasione e la complicazione degli adempimenti. Sul primo fronte vanno segnalati i risultati record per il 2016 annunciati nei giorni scorsi dall'agenzia delle Entrate (19 miliardi, comprensivi anche degli incassi della prima voluntary) e di Equitalia (8,7 miliardi) nel recupero. Anche se la Commissione Ue sottolinea che «sembrano state inefficaci» alcune delle misure adottate di recente soprattutto in ambito Iva per migliorare la compliance. Sul secondo, qualcosa è stato fatto con l'eliminazione del tax day ma la legislazione non sempre è stata coerente, come dimostra l'ultimo caso degli Intrastat.

    CHE COSA MANCA
    Spostare il carico fiscale verso i consumi è il suggerimento che arriva da Bruxelles, il cui report contiene una simulazione sull'aumento dell'aliquota Iva ridotta dal 10 al 13% che consentirebbe di destinare risorse a un credito d'imposta per i lavoratori a basso reddito. Sul fronte antievasione uno snodo importante è rappresentato dall'estensione della fattura elettronica anche alle operazioni fra imprese. Il sistema è opzionale ma si stanno studiando incentivi per aumentare l'adesione. Resta poi il tema di una riorganizzazione delle agenzie fiscali. Intanto dal 1° luglio Equitalia entrerà nell'agenzia delle Entrate.

    Il ritardo: Medio

    © Riproduzione riservata