Italia

Mai così tanti agenti in piazza: ha vinto la forza dei numeri

L'Analisi|le manifestazioni nella capitale

Mai così tanti agenti in piazza: ha vinto la forza dei numeri

I timori fino alla vigilia erano alti. L’esito finale ha dato ragione a chi da giovedì azzardava: non accadrà nulla. Visto l’impiego di 5mila agenti in piazza tra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza. Numeri così alti per una manifestazione a Roma non si ricordano. Sono stati un fattore vincente. Pianificato non solo dal questore, Guido Marino, e dal prefetto Paolo Basilone, ma condiviso e legittimato dal direttore del dipartimento Ps, Franco Gabrielli, e dal ministro dell’Interno Marco Minniti. L’utilizzo di 5mila agenti ha dissuaso ogni progetto di scontro, di azione violenta e meno che mai di conflitto fisico: sarebbero stati stroncati sul nascere. Un solo tentativo di incappucciarsi di alcuni giovani nel tardo pomeriggio davanti alla Bocca della Verità è finito prima ancor di essere portato a termine.

Il fattore numerico, tuttavia, non riduce l’importanza decisiva dell’azione di prevenzione contro ogni potenziale minaccia. Da venerdì Roma è stata attraversata da poliziotti e carabinieri provenienti anche da altre città non solo a rinforzo della presenza in piazza il giorno dopo ma sopratto per rintracciare e intercettare soggetti e oggetti pericolosi. Sono stati fermati tre pullmann, circa 120 manifestanti sono stati portati negli uffici della Questura a via Teofilo Patini - periferia sud est della capitale - per essere identificati, le presenze più insidiose alla fine sono state sottratte alla sfilata o hanno rinunciato ad agire.

La celebrazione dei 60 anni dei Trattati di Roma, del resto, imponeva il miglior risultato possibile in termini di pubblica sicurezza: è stato l’evento internazionale più importante in Italia prima del G7 a Taormina. Ma la linea di «tranquilla fermezza», come l’ha definita Minniti, non si è tramutata in cariche e manganellate. Eppure quattro cortei e due manifestazioni fisse erano comunque uno scenario pieno di imprevedibilità. Non è successo nulla, tutti gli allarmi sono stati smentiti.

© Riproduzione riservata