Italia

1/7 Il paziente può rifiutare le cure con le “Dat”

    il ddl passa ora al SENATO

    Primo sì in Parlamento al biotestamento, così il paziente può sospendere le cure

    Il Ddl introduce le Dichiarazioni anticipate di trattamento con il quale il paziente può lasciare scritto preventivamente il consenso o il rifiuto rispetto a scelte diagnostiche o terapeutiche e a singole cure

    1/7 Il paziente può rifiutare le cure con le “Dat”

    Chiunque sia maggiorenne e capace di intendere e di volere può, attraverso le Dat (le dichiarazioni anticipate di trattamento), esprimere le proprie convinzioni e preferenze in materia di trattamenti sanitari e può lasciare scritto preventivamente il consenso o il rifiuto rispetto a scelte diagnostiche o terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, tra i quali sono ricomprese anche la nutrizione e l'idratazione artificiali (un punto questo molto criticato dai cattolici che li considerano un sostegno vitale e non un trattamento sanitario)

    © Riproduzione riservata