Italia

Istat, produzione nelle costruzioni: +4,6% a febbraio

arrivata la ripresa

Istat, produzione nelle costruzioni: +4,6% a febbraio

Agf
Agf

Segnali di ripresa per l'edilizia. L’indice Istat della produzione nelle costruzioni (investimenti e manutenzioni), reso noto oggi dall'istituto nazionale di statistica, ha registrato a febbraio un aumento del 4,6% rispetto a gennaio, in netta risalita se confrontato con il tonfo del 5,4% registrato a gennaio, ma anche rispetto al dato “fermo” di dicembre (0%), e il segno meno nei tre mesi precedenti. Si tratta di dati “destagionalizzati”, cioè – spiega l'Istat – “depurati, mediante apposite tecniche statistiche, dalle fluttuazioni attribuibili alla componente stagionale (dovute a fattori metereologici, consuetudinari, legislativi, ecc.) e, se significativi, dagli effetti di calendario”. Dunque dovrebbe essere un aumento “vero”, non influenzato dalle super-nevicate in centro Italia del gennaio scorso, seguite da un mese più clemente.

Anche su base annua, con dati corretti per effetto del calendario, a febbraio si è registrata una crescita dell'indice, anche se più contenuta: +1,6% rispetto al febbraio 2015. Trend di crescita anche su base trimestrale: +1,0% nei dati complessivi di dicembre 2016-febbraio 2017 rispetto allo stesso periodo di 12 mesi prima.

Arrivata la ripresa dopo dieci anni di crisi
È dunque arrivata la ripresa, per il settore delle costruzioni, dopo dieci anni ininterrotti di crisi? Bisogna essere cauti. L'indice Istat della produzione segnala negli ultimi tre anni una frenata nella crisi: -10,3% nel 2013, -6,7% nel 2014, -1,9% nel 2015, -0,3% nel 2016 (tutti dati complessivi annuali). Lo scorso anno, però, dopo due trimestri iniziali in cui la ripresa sembrava già ingranata (+0,5% il primo, +0,1% il secondo, dati tendenziali corretti per il calendario), nella seconda metà dell'anno il settore ha ripreso a frenare: -0,8% nel terzo trimestre, -3,1% nel quarto, ottobre-dicembre 2016 rispetto a ottobre-dicembre 2015. Poi a gennaio 2017 il tonfo del 5,4%, e l'ultimo dato di febbraio che segnala +1,6% tendenziale. Insomma, non basta una rondine per fare primavera, e bisognerà aspettare i prossimi mesi per confermare il trend.

PRODUZIONE NELLE COSTRUZIONI
Febbraio 2016- febbraio 2017, variazioni percentuali tendenziali, dati corretti per gli effetti di calendario. (Fonte: Istat)

Su base annua i costi di costruzione aumentano
L'Istat segnala inoltre, sempre su febbraio 2017, che gli indici di costo del settore (la variazione dei prezzi) diminuiscono, rispetto al mese precedente, dello 0,2% per il fabbricato residenziale e dello 0,3% per il tronco stradale, sia per quello con tratto in galleria sia per quello senza tratto in galleria. Su base annua, gli indici del costo di costruzione aumentano dello 0,3% per il fabbricato residenziale, dello 0,6% per il tronco stradale con tratto in galleria e dell'1,1% per quello senza tratto in galleria.

© Riproduzione riservata